Archivi del mese marzo, 2010

Euribor segno meno: minimi sulla scadenza a tre mesi

Euribor ai minimi sull’indice a tre mesi. Il tasso a un mese ha registrato – lunedì scorso- una flessione dello 0,5% ed è sceso allo 0,399% ma è il calo dell’Euribor a tre mesi (-0,16%), che si è riportato allo 0,635%, a segnare i valori minimi per questa scadenza. Segno meno anche per il tasso a sei mesi (-0,21%) e per quello a un anno (-0,08%), che si sono attestati rispettivamente allo 0,945% e all’1,213%.

Euribor che cala, case in salvo. Pick: tr.toonpool.com

Euribor che cala, case in salvo. Pick: tr.toonpool.com

Cosa è il Core Tier 1?

Il TIER 1 Capital è una percentuale del patrimonio di vigilanza di una banca che assicura la stabilità in momenti di crisi di ogni inermediario bancario. La composizione e caratteristiche di questo ratio sarà ragolato -come dai summit precedenti- internazionalmente da Basilea III, il summit sulla nuova regolamentazione bancaria.

Regolamentazione Bancaria. Source: www.federalreserveeducation.org

Regolamentazione Bancaria. Source: www.federalreserveeducation.org

Esso si compone di:

  1. Utili non distribuiti e Riserve, al netto dell’avviamento;
  2. Azioni ordinarie e di risparmio;
  3. “Preferred Securities (Obbligazioni perpetue richiamabili non prima di 10 anni, il cui pagamento può essere sospeso in presenza di andamenti negativi della gestione e privilegiate solo rispetto alle azioni ordinarie e di risparmio).

Il TIER 1 si scompone in CORE tier 1, il cui ammontare deve essere non inferiore all’85% dell’intero Tier 1, e considera i punti 1 e 2, e l’HYBRID tier 1, che accoglie invece solo le preferred securities, in un ammontare massimo non superiore al 15% dell’intero TIER 1

(wikisoruce)

Conto Corrente Paypal

Innanzi tutto bisogna dire che PayPal non è una banca. È un conto corrente online ma che si usa come strumento di micropagamento che serve agli internauti per effettuare transazioni di e-commerce. Bisogna fare attenzione perché i conti PayPal dunque non sono soggetti alle stesse regolamentazioni ed obblighi che quelli bancari e per tanto gli utenti di questo sistema non hanno le stesse protezioni e diritti (ne venditori ne compratori). Tuttavia in Europa PayPal ha una sede fisica a Lussemburgo ed è sotto controllo dalle autorità di servizi finanziari dell’UE.

PayPal

PayPal

Come funziona?

Dopo una registrazione gratuita è possibile aprire un conto personale PayPal per il quale saranno richiesti i dati personali e quelli di un altro conto reale al quale deve essere legata una carta di credito o prepagata. Una volta registrati, i vantaggi d’effettuare o ricevere pagamenti con questo sistema sono quelli di agire senza che sia necessario dispensare in alcun modo i propri dati o i numeri delle carte di credito. Il pagamento verrà effettuato dal nostro conto PayPal –se abbiamo versato soldi sul sistema- o prelevando automaticamente dal conto che abbiamo legato a PayPal. Il risultato è che il nostro numero di conto “reale” rimane privato.

A differenza di un conto bancario (vedi le nozioni basiche di un conto bancario) però PayPal non offre nessuna redditività per il denaro in deposito su uno dei suoi conti. Permette di trasferire somme da PayPal su un conto bancario o ricevere pagamenti da piattaforme di vendita come eBay. Inoltre PayPal non offre nessuna garanzia sulle operazioni –soltanto la privacy- e una volta realizzato un pagamento è possibile recuperare i soldi solamente sotto richieste e di comune accordo con la controparte.

Come ci guadagna PayPal?

Per ogni operazione la piattaforma di e-commerce si prende una commissione di oltre il 3% (soltanto al ricevitore) ed 1 euro se quello che facciamo e trasferire soldi verso un conto fisico reale (soltanto dopo in 100 euro). Esistono ulteriori commissioni per le successive operazioni:

  • Usare PayPal come piattaforma d’incasso
  • Prelevare una somma dal nostro conto corrente (ciò avviene automaticamente quando Paypal esaurisce i soldi)
  • Commissione al compratore/venditore quando opera in una valuta diversa dalla sua
  • Commissione a chi preleva una somma dal suo conto corrente e questo è in una valuta diversa da quella selezionata durante la registrazione PayPal.

Cosa ci gudagno io?

Pagare mantenendo il mio conto al sicuro

Effettuare pagamenti verso persone o ditte senza commissioni

Conto Mediolanum Freedom: 3% d’interesse?

Incuriositi dalla pubblicità del Conto Mediolanum Freedom e dalla promessa del 3% d’interesse che annuncia Ennio Doris siamo andati a cercare in rete ulteriori informazioni trovando –assieme ad una accesa polemica– l’unica tabella disponibile in rete con l’elenco di canoni e costi del conto corrente ed un pdf proveniente dal sito Mediolanum:

Mediolanum Freedom. Pick:www.piazzaffari.info

Mediolanum Freedom. Pick:www.piazzaffari.info

Canoni e costi
Canone mensile per media giornaliera giacenza conto corrente più controvalore polizza Mediolanum Plus (se presente) superiore a 15.000 € Gratuito
Canone mensile per patrimonio gestito superiore a 30.000 € Gratuito
Canone mensile per media giornaliera giacenza conto corrente più controvalore polizza Mediolanum Plus (se presente) inferiore a 15.000 € e contestuale patrimonio gestito inferiore a 30.000 € 5 €
Principali operazioni via telefono Gratuite
Principali operazioni via Internet Gratuite
Pagamento tributi 2 €
Pagamento MAV e RAV Gratuito
Canone trading on line Gratuito (servizio MyTrade)
Con il conto corrente è possibile sottoscrivere la polizza Mediolanum Plus di Mediolanum Vita, che permette di remunerare dinamicamente e a tassi competitivi le giacenze superiori a 15.000€* non destinate all’operatività corrente. Le condizioni del servizio sono riportate nel modulo di sottoscrizione del conto corrente Mediolanum Freedom.
Carte e bancomat
Carta Bancomat 1° anno

anni successivi

Gratuita

Gratuita

Carta di Credito 10,00 € FreedomCard

30,00 € FreedomCard Advanced

75,00 € FreedomCard Gold

Tassi d’interesse
Tasso creditore 0%

Per quanto riguarda i tassi d’interesse abbiamo letto che il tasso d’interesse netto è realmente del 2,50% su somme oltre i 15.000 euro. Un tasso d’interesse netto e non lordo. Cioè il tasso d’interesse dopo la detrazione dell’obligatoria imposta (tasse). Quindi dovrebbe essere un 2,50% reale al quale sono state già dedotte le imposte. Un 2,50% che il conto Freedom garantisce soltanto fino al 31 marzo 2010: dopodomani.

Conto corrente bancario, le nozioni basiche di Banca d'Italia

Torna sempre utile visitare il sito di Banca di’Italia per rivedere le nozioni basiche su i conti correnti bancari. Eccone una mostra:

Nozioni basiche conto corrente banca. Source: www.lewisalexander.com

Nozioni basiche conto corrente banca. Source: www.lewisalexander.com

Testo estratto dal sito di Banca d’Italia:

Il conto corrente bancario è un prodotto che semplifica la gestione del denaro, grazie ai servizi offerti dalla banca per effettuare pagamenti e riscuotere incassi, e al contempo consente la raccolta dei risparmi destinati a fronteggiare le spese correnti. La combinazione di questi due elementi differenzia il conto corrente dal deposito bancario, destinato invece ad accogliere il risparmio familiare accumulato progressivamente nel tempo e che, solo a fronte di particolari esigenze, viene prelevato.

In generale, si dice che il conto corrente assolve ad una funzione monetaria in quanto agevola e rende più conveniente il regolamento degli scambi. Esclude, infatti, l’uso fisico della moneta e lo sostituisce con registrazioni contabili da annotare in un conto aperto con la banca.

L’utilizzo delle somme presenti sul conto può avvenire attraverso strumenti di pagamento che evitano l’uso del denaro in contante, quali l’assegno bancario, la carta di debito (bancomat) e di credito ovvero attraverso disposizioni impartite volta per volta alla banca (ordini, bonifici, giroconti, ecc.). Inoltre, con istruzioni impartite una sola volta e valide in modo permanente, si ha l’opportunità di ricevere lo stipendio o la pensione come anche di effettuare il pagamento delle utenze (bollette), il tutto in modo automatico direttamente sul conto.

La banche offrono diversi tipi di conto corrente, con caratteristiche e prezzi differenti; le differenze dipendono dal tipo di gestione proposta, dalle modalità di utilizzo del conto e dai servizi accessori inclusi (ad esempio: bancomat, domiciliazione bollette, ecc.). La scelta del conto corrente più adatto dovrà basarsi principalmente sulle esigenze da soddisfare (ad esempio: familiari, personali, professionali, ecc.), sulla tipologia di servizi offerti (ad esempio: servizi di pagamento, di finanziamento, altri servizi bancari o extrabancari, ecc.), sui relativi costi (ad esempio: spese di gestione fisse o variabili, costi delle singole operazioni, costi di servizi accessori, ecc.).

Minor rilevanza assumono invece gli interessi, compenso che la banca riconosce sulle somme versate e che rimangono inutilizzate. Il tasso di interesse applicato, infatti, è generalmente assai contenuto.

Le operazioni di pagamento e incasso eseguite per il tramite del conto e le spese che ne derivano possono essere controllate in virtù delle comunicazioni che le banche sono tenute ad inviare al cliente. Il principale strumento di controllo è l’estratto conto, un documento che riepiloga l’utilizzo del conto corrente con riferimento ad un certo periodo, indicando in modo dettagliato versamenti, pagamenti, incassi, spese, interessi; il saldo dell’estratto conto rappresenta la somma di denaro di cui si dispone.

In caso di errori, il cliente ha il diritto di segnalarli alla banca e ottenerne la correzione, ma deve intervenire per iscritto entro 60 giorni dal ricevimento dell’estratto conto.

Che cosa è lo spread bancario?

Il significato basico di spread è margine. Nel caso dello spread bancario questo margine sarebbe tra i tassi d’interesse attivi e quelli passivi. Due concetti dunque tornano di fondamentale importanza: il tasso passivo ed il tasso attivo.

  • Tassi passivi: Sono quelli che pagano gli intermediari finanziari agli offerenti di risorse in cambio del denaro ricevuto (si usa nei depositi e rate fisse).
  • Tassi attivi: Sono quelli che ricevono gli intermediari finanziari dai clienti per i prestiti distribuiti.
Come funziona una banca? Pick: robbino.blogspot.com

Come funziona una banca? Pick: robbino.blogspot.com

Una volta chiaro questo concetto, cioè che le banche ottengono denaro dal tasso attivo –perché i clienti pagano gli interessi dei loro prestiti- e che d’altro canto devono pagare a sua volta tassi a chi gli presta capitale passiamo allo Spread Assoluto e lo Spread Relativo.

Spread Assoluto= Tassi attivi – Tassi Passivi

*Tasso Relativo= (Tassi attivi – Tassi Passivi) x (100/Tassi Passivi)

La matematica conferma che quando i tassi passivi si trovano sotto il 100% lo spread relativo sarà più alto rispetto allo spread assoluto. Invece se i tassi passivi diminuiscono lo spread assoluto diminuisce e quello relativo aumenta. D’altro canto, se i tassi passivi aumentano (ciò vorrebbe dire che esistono maggiori tassi d’interesse) allora lo spread assoluto diminuisce e anche quello relativo, avvicinandosi così i due valori.La formula dello spread relativo* forza una relazione inversa tra la differenza dei tassi d’interesse e lo spread assoluto (tassi attivi-tassi passivi) e il livello dei tassi d’interesse.

Conclusione??

Lo spread bancario non ha un impatto diretto sulla domanda di credito o i livelli di risparmio. Tuttavia, il livello dei tassi d’interesse come costo d’opportunità per mantenere effettivi è fondamentale. Nei paesi emergenti o poveri lo spread e maggiore perché viene percepito come un meccanismo di copertura contro il rischio di non ricevere pagamenti se questi tassi sono alti. Da questo possiamo concludere che le nazioni con uno spread a livelli alti nascondono livelli di rischio più alti.

Nei paesi emergenti trionfa il mobile banking

La banca sul cellulare offre la possibilità di verificare il saldo corrente e gli ultimi movimenti con il nostro cellulare. È un modo rapido e facile per risparmiare tempo – a noi- e denaro alle banche che non devono spendere maggiormente per la costruzione di sportelli in luoghi dove il rendimento e la manutenzione di questi è bassa o negativa. Per il mondo economicamente sviluppato è una questione di risparmio ma per i paesi in via di sviluppo il mobile banking rappresenta la differenza tra “avere una banca” o non averla.

Africa Mobile Banking. Source: www.ugotrade.com

Africa Mobile Banking. Source: www.ugotrade.com

La tecnologia della banca sul cellulare si è adattata a necessità uniche per ogni circostanza. Fortunatamente la banca sul cellulare inizia a formarsi soprattutto nei mercati meno sviluppati dove le banche trovano impedimenti ad aprire sportelli.

Vediamo le caratteristiche di questa tipologia di servizio:

Un aiuto ai poveri

La banca sul cellulare è potenzialmente uno strumento per aiutare le persone povere nei paesi in via di sviluppo economico. Evidentemente nei paesi in via di sviluppo l’accesso della popolazione a servizi bancari “reali” è molto difficile. Per esempio in India il 36% della popolazione non ha un conto corrente dovuto ai bassi stipendi e la mancanza di banche specializzate in mocro-conti. Oggi giorno nei paesi africani meno sviluppati pagare una fattura significa diversi giorni di strada sino all’unica banca fisicamente presente sul territorio. E magari una coda di altri due giorni per effettuare il pagamento.

Incentivo alla crescita Economica

Se la popolazione di una nazione trova difficoltà ad accedere al sistema finanziario i movimenti del loro denaro sono minori e per tanto l’economia nazionale rallenta. Se la partecipazione di un cittadino all’economia è basata soltanto nei movimenti monetari di M0 sicuramente l’economia di quel paese non potrà sviluppare ne’ altri aggregati monetari ne’ i servizi relaitivi a questa attività finanziaria.

Questo è uno dei principali motivi di disfatta del capitalismo in economie in via di sviluppo. Anche se gli abitanti di una nazione come la Tanzania hanno risorse e abilità per sfruttarle quello che manca è il principale motore del capitalismo: il credito

Freno alla corruzione

La corruzione non è il causante della povertà nei mercati emergenti ma è un male endemico di queste nazioni. La banca gestita con i cellulari è un impedimento alla corruzione. Perché? La maggior parte della corruzione in questi paesi annida nel sistema amministrativo gestito “manualmente”. La tecnologia è amica di bilanci trasparenti ed immediati complicando le cose a chi gioca con il sistema “manuale” e promuovendo regolamentazioni e controlli costanti.

Verso una nuova regolamentazione della finanza: è possibile conciliare stabilità e crescita?

Milano, 24 marzo: The Westing Place Hotel

La camera di commercio americana a Milano ( American Chamber of Commerci in Italy) organizza un evento per parlare del futuro della regolamentazione finanziaria. Seguitelo in diretta su Twitter sull’indirizzo Muci Giacomo.

amcham_logo-150x150

Ospiti della conferenza:

Corrado Fissola: Presidente della Associazione Banche Italiane (ABI)

Lorenzo Bini Smaghi: Membro del comitato Esecutivo della Banca Centrale Europea.

Leggi i post dell’evento sul nostro blog di forex www.cambiodollaroeuro.com.

Riassunto dei conti di Ubi Banca nel 2009

Ubi banca, il quinto Gruppo Bancario in Italia per numero di sportelli, con una quota di mercato di circa il 6% e una presenza significativa nelle regioni a più alto potenziale del paese ha pubblicato i risultati consolidati dell’esercizio 2009. L’utile netto della banca con sede a bergamo è stato di 270,1 milioni di euro, un risultato superiore alle previsioni degli analisti. Nel 2008 l’utile netto della banca era stato di 69 milioni di euro, mentre le stime Thomson Reuters I/B/E/S per lo scorso anno lo indicavano a 255 milioni.

Ubi banca. Foto: www.prestiti-online.org

Ubi banca. Foto: www.prestiti-online.org

Conto corrente banca Ubi: I duetti di Ubi Banca

A confronto tre dei prodotti di Ubi Banca chiamati duetti i conti che comprendono un duetto tra assicurazione e servizi bancari. Il duetto Mini, il duetto Mio e in fine il Duetto Click&Go. Tra i quali spicca questo ultimo conto corrente online low cost che Ubi banca ha lanciato nel 2009. Ecco le caratteristiche di tutti e tre e una tabella comparativa.

Duetti a confronto. Ubi Banca

Continua a leggere Conto corrente banca Ubi: I duetti di Ubi Banca…

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia