Archivi del mese febbraio, 2012

Lo stock è sceso del 2,1% sul retro del banco e il ritardo del salvataggio della Grecia

prestito_crisi_economica_Grecia_germania_europa

Il principale indicatore del mercato azionario spagnolo è sceso a 183.50 punti 8558.10 punti, il calo più sensibile dal 5 gennaio. Solo una società ha completato guadagni IBEX, Mediaset, al 2,35%, mentre IAG ha visto il minimo calo, a 0,63%. Il premio di rischio è riuscito spagnolo relax fino a 343 punti base rispetto all’apertura 363. Principali mercati europei anche operato in senso negativo. L’ Ibex 35 è in calo del 2,1% Giovedi, ferito dal declino del sistema bancario, dopo che termina il divieto di vendite allo scoperto con i loro titoli e il nuovo ritardo nella consegna del secondo piano di salvataggio della Grecia .

Il principale indicatore del mercato azionario spagnolo è sceso 183.50 punti, il calo più sensibile dallo scorso 5 gennaio , a 8558.10 punti, simili fino alla fine del terzo giorno di quest’anno. I guadagni annuali scompaiono e da gennaio si accumulano perdite di 0,1%. In Europa, con l’euro a 1,308 dollari, è aumentato solo Parigi, 0,09% , mentre Milano è basso 0,87% , l’indice Euro Stoxx 50, 0,18% , Londra 0,12 % , e Francoforte 0,09% . La caduta del 0,75% a Wall Street di ieri, trascinato da Apple e la decisione dell’Eurogruppo di ritardare la consegna del secondo salvataggio della Grecia, 130.000 milioni di euro, pesato l’apertura del mercato interno. 843Inoltre, influenzato l’abolizione del divieto di vendite allo scoperto con titoli bancari, determinato dal mercato National Securities il Mercoledì, e la riduzione dei registrate otto regioni e la revisione da parte di Moody dal punto di vista di 114 istituzioni finanziarie europee dalla crisi del debito. Nel frattempo, l’euro è stato citato all’inizio del giorno a meno di $ 1.3 (livelli pari a quasi quattro settimane) e la redditività del debito a lungo termine spagnolo salito 5,55% (sconosciuto dimensioni nelle ultime cinque settimane). Nel frattempo, il debito del Tesoro spagnolo situato nel medio-lungo periodo l’ammontare di 4.100 milioni di euro e una ripresa del mercato, ma ha parlato anche l’intervento della Banca centrale europea. Il premio di rischio spagnola, lo spread tra obbligazioni a dieci anni lo spagnolo e il tedesco nello stesso periodo, è riuscita a rilassarsi fino a 343 punti base rispetto al 363 di apertura, e dopo aver raggiunto un punteggio giornaliero più alto di 377. Un’ora prima che il mercato chiuso, il premio per il rischio giocato spagnolo minima giornaliera, e che cadde nelle mani dei 341 punti base. Il premio di rischio helena è stato ridotto di 28 punti base, al 3149 , mentre il portoghese è sceso di nove punti base, a riposare a 1.028. il premio di rischio Italia , che ha iniziato la sessione con la 396 punti base, ponendo fine alla i tempi di fermo nel 375. Tutti i grandi valori hanno abbandonato: BBVA e 4,09%, Banco Santander , 2,56%, Telefonica , 1,38%, Repsol , 0,99% e Iberdrola , 0,9%. Le banche hanno le spalle al muro la parte superiore della perdita IBEX come Bankia ha ceduto 7,28%, seguita da CaixaBank , con un calo del 6,22%, mentre Banco Popolare è sceso del 6,18% e Banco Sabadell , 5,97%. Solo una società ha completato guadagni IBEX, Mediaset, al 2,35%, mentre IAG ha visto il minimo calo, a 0,63%.

Fonte: http://economia.elpais.com

L’accordo sulla Grecia esorta il mercato spagnolo mercati azionari e altri

Banca-Centrale-Europea (1)

La mattina del Venerdì, l’indice generale della Borsa di Madrid è salito 1,24% ed era a 871.65 punti. Questo aumento era sceso al 0,82% a 8.558 punti . In Europa, grande stock rimbalzato anche: Parigi, 1,01%, Francoforte 0,83% , Milano 0,77%, e Londra, al 0,44%. I grandi valori della Borsa spagnola scambiato verso l’alto di buon’ora, con aumenti del 1,69% per BBVA, dal 1,64% in Santander al 1,10% di Repsol YPF, Telefonica 0,97% e 0,74% per Iberdrola. Oltre a Santander e BBVA, le altre entità società quotate sono risaliti dopo le forti batacazos subito il Giovedi dopo l’abolizione del divieto di vendite allo scoperto, che ha ridotto il valore dello stock di queste istituzioni in 5.411.000 di euro. L’euro ha aperto più alto rispetto al dollaro nel mercato dei cambi a Francoforte, con un cambio di 1.3117 unità rispetto a 1,3044 di ieri, come un barile di greggio Brent per consegna aprile, che ha iniziato la giornata con un preventivo di 120,31 dollari, 0,20 dollari più.atto-di-precetto Il premio di rischio in Spagna è aumentato leggermente, solo un punto base, poco prima dell’apertura della borsa per essere collocato in 344 , dopo aver venire il Giovedi 20 e calma alla fine della giornata. I rendimenti dei titoli spagnoli a dieci anni, il cui differenziale con la Germania nello stesso tempo misura il premio per il rischio paese, è salito al 5,33% dal 5,30% precedente, mentre il rendimento è rimasto immobile germanica di 1,89% registrato il Giovedì. Nonostante la notizia dell’accordo sul salvataggio della Grecia anche peggiorato il cugino fino a 3.460 punti base , dal 3149 a porre fine alla giornata di ieri, mentre l’Italia si svegliò con un solo punto base ma s elencati sul premio, che pari a 376. Portogallo, ha visto anche il rischio paese qualcosa all’altezza delle 1.029 punti. L’ assicurazione default del debito (Credit Default Swap o CDS) sui titoli a dieci anni in Spagna per coprire la possibilità di default di $ 10 milioni di $ 407.020 vengono cambiati ogni anno. Infine, i contratti futures scambiati sul debito europeo è sceso a 138,76% 139,03% dal giorno precedente, mentre prevedere il comportamento di inizio debito degli Stati Uniti dal 131%. L’ Ibex-35 seduta a porte chiuse il Lunedi con un aumento del 1,86% e conquistato l’intera 8818,1 , guidato da ottimismo circa un possibile accordo per sbloccare il secondo salvataggio greco di 130.000 milioni di euro. L’accordo è imminente Indice spagnolo mantenuto verde per tutta la giornata, guidato da grandi banche , con incrementi di 2,90% per BBVA, dal 2,53% al 2,37% CaixaBank e per Banco Santander. I maggiori incrementi hanno segnato la Mediaset (+3,96%), Sacyr-Vallehermoso (+3,73%) e Reunidas tecniche (3,47%), mentre Enagas (-0,10%) è stata la unico valore che ha chiuso in rosso. Enagas (-0,10%) è stato l’unico valore che ha chiuso in rosso Abengoa (+2,76%), FCC (+2,6%), Ferrovial (+2,36%), OHL (+2,09%) chiuso con guadagni superiori al 2% , mentre Iberdrola (+1,95%), Dia (+1,98%), Grifols (+1,92%) e Bankinter (+1, 9%) hanno registrato aumenti al di sopra della media selettiva. Hanno anche registrato un significativo aumento dei Acerinox (+1,83%), Banco Popolare (+1,74%) Inditex (1,64%), Telefónica (+1,57%), ACS (+1,39%), Repsol YPF (+1,38%), REE (+1,32%), Mapfre (+1,3%), Amadeus (+1,29%), Abertis (+1,26%) e Gamesa (+1, 25%). L’ ottimismo diffuso al resto d’Europa , come principali mercati azionari è anche aumentato Vecchio Continente alla fine della Borsa di Madrid. In particolare, Francoforte aupaba 1,26%, Parigi 0,72%, e Londra, 0,58%. Nel mercato dei titoli di Stato, il premio per il rischio era stabile nell’ambiente dei 320 punti di base dopo aver aperto la sessione vicino ai 334 punti base

Fonte: http://economia.elpais.com

I mercati azionari hanno reagito con scetticismo al contratto di greco

monete generico

L’euro è salito questa mattina dopo le notizie che l’accordo era stato raggiunto ad Atene, a 1,3293 dollari, ma ha accusato gli altri mercati la volatilità simili e alla fine della sessione di negoziazione europea era pari a 1,3258. La tensione di fronte al regime iraniano con l’Unione europea (che il mese scorso ha approvato un divieto di importazioni di petrolio del paese asiatico dal 1 ° luglio in rappresaglia per le sue ambizioni nucleari), sta facendo lievitare il prezzo di un barile di Brent , che ieri ha toccato 121,15 dollari, il livello più alto dal 15 giugno 2011. Dopo aver dato 119,21 dollari, alla fine della giornata è stato scambiato per 120,57 dollari. Teheran ha annunciato la sospensione delle vendite di greggio per raccogliere I Unito, Spagna, Italia, Francia, Grecia, Portogallo e Olanda, ma Bruxelles ha detto che non ci saranno problemi di approvvigionamento. I dati macroeconomici di oggi in Spagna riflettono il fallimento delle vendite all’estero, il pilastro principale di questa economia dipende per una crescita ostacolata dalla contrazione del consumo interno. Il deficit commerciale della Spagna è stato ridotto a 11,4% nel 2011 a 46.338.000 €, grazie alla forza delle esportazioni, cresciute del 15,4% rispetto al 2010, a 214.448 milioni di euro, ha detto il Ministero economia e la competitività. Tuttavia, poiché le importazioni sono cresciute del 9,6% a 260.823 milioni di euro. Nel Regno Unito, i forti tagli di spesa disposti dal governo di David Cameron si sono riflessi nei conti pubblici, che nel mese di gennaio ha portato alla più grande avanzo di bilancio negli ultimi quattro anni, 7.750 milioni di sterline (9.264.120 mila euro), 49% in più rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. untitled_13Ministri delle finanze dell’UE ha approvato oggi le normative europee che vietano le vendite allo scoperto (il venditore non ha i titoli al momento dell’operazione) azioni, del debito. Sì che si può vendere azioni o obbligazioni che non sono detenuti, se questi sono stati presi in prestito. Il regolamento comunitario vieta anche l’acquisizione di credit default swap (CDS), strumenti utilizzati sotto forma di assicurazione contro il rischio di perdite derivanti da una posizione del debito pubblico o aziendale, se non ci sono tali posizioni. I regolatori del mercato degli Stati membri possono sospendere il veto se crede può essere dannoso per il mercato del debito. L’aiuto arriverà ad Atene con Crediti, con un tasso di interesse preferenziale del 0,5% nei prossimi cinque anni e 1,5% negli anni successivi. Ma ci sono altre parti interessate. Come parte di un accordo sul debito greco, i creditori privati (banche, fondi di investimento e compagnie di assicurazione) accettare uno sconto del 53,5% in valore nominale delle loro posizioni, più del 50% il declino che erano state mescolate. Essi si scambieranno i loro titoli per gli altri con valore nominale inferiore, con tassi di interesse del 2% nei primi tre anni, il 3% il prossimo cinque e 4,2% negli anni successivi. Inoltre, la Banca centrale europea (BCE) rinunciare ai benefici che avrebbe portato il proprio portafoglio di obbligazioni acquisite sulla base del programma di acquisto è iniziata nel maggio 2010 da l’allora presidente dell’emittente, Jean-Claude Trichet (circa 40.000 milioni di euro) . Banche centrali europee con debito greco farà lo stesso con altri 12.000 milioni di euro.

Fonte: http://economia.elpais.com

I mercati azionari hanno reagito con scetticismo al contratto di greco

Con segni di stanchezza, i mercati azionari hanno reagito con perdite per l’accordo questa mattina ha dato il via libera ad un secondo piano di salvataggio per la Grecia. Con il calore in apertura e scetticismo ha deciso, come la sessione di progredire, gli investitori non si limitano a ritenere che la decisione di accantonare definitivamente andare alla crisi del debito greco. L’Unione europea (UE) e Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha pubblicato 130.000 milioni di euro per dodge Atene, al momento, di default il 20 marzo quando il debito scade helena pari a 14.500 milioni di euro. Nel mercato azionario spagnolo, anche i migliori risultati di asta Buoni del Tesoro è riuscito a incoraggiare gli investitori. Sono stati stanziati 1.736 milioni di euro a tre mesi con un utile marginale del 0,44% (rispetto al 1,33% all’asta precedente di questo termine) e 764 milioni di euro a sei mesi, con interessi al 0,78% (1,9% nella puntata precedente). Demand (14,833,000 di euro) è quasi sei volte l’offerta. Sebbene il Ibex 35 è sceso come 1,4% alla fine della sessione tagliato perdite e chiuso a 8,767.1 punti, con una goccia di 0,58% il giorno. I principali mercati europei, più contenuti rispetto al mercato spagnolo ha chiuso anche inferiore. Londra ha ceduto lo 0,29%, 0,21% Parigi, Francoforte e Milano lo 0,58% 0,08%. Nel mercato spagnolo solo otto valori del Dow 35 sono riusciti a guadagni registrati, guidato da Gamesa (+2,27%), GIORNO (+1,51%) e Reunidas tecniche (0,37%). IAG (-3,16%), Abengoa (-1,72%) e Sabadell (-1,39%) sono state le aziende con cali maggiori. L’inizio delle negoziazioni a New York ha aiutato ascensore cade in Europa. I principali indicatori di progresso l’apertura di Wall Street e il Dow Jones è arrivato a toccare 13.000 punti, un livello che non si vedeva dal maggio 2008. In commercio pomeridiano è stato osservato un aumento del 0,34% a 12,993.47 punti. Lo Standard & Poor è salito 0,39% e il Nasdaq è a 0,30%. I guadagni sono stati mantenuti dopo un piccolo bernoccolo dopo i risultati resi pubblici da Wal-Mart, che ha chiuso il suo ultimo quarto il 31 gennaio. Il più grande rivenditore del mondo ha vinto in quel periodo 5.160 milioni, in calo del 15%, inferiore analisti si aspettavano, con un fatturato di 123.200 milioni di euro, un aumento del 5,9%. Investitori statunitensi ancorare le loro vendite nel successo commerciale che è già stata resa pubblica. La maggior parte delle società incluse nell’area di Standard & Poor 500 ha rivelato le sue cifre per l’anno scorso, con un incremento di profitto del 9,4% a 96,58 dollari per azione, secondo il calcolo fatto da Bloomberg. L’accordo con la Grecia è stata applaudita nei mercati del debito durante le prime ore di negoziazione, con il calo conseguente rischio percepito di obbligazioni sovrane nelle economie più deboli della zona euro. Tuttavia, l’ottimismo era un solido e il premio al rischio sul debito spagnolo, che è sceso al livello più basso 308 punti dopo l’asta, 11 in meno rispetto all’inizio della giornata, poi salito fino a 319 punti, per più In seguito torna a 312. L’italiano era sceso a un minimo di 337 pips dall’apertura 351, e poi risalire a 345. Il portoghese ha avuto un meno volatile e, dopo aver scalato a 1.089 all’aperto, stabilizzato in prossimità di 1.030 punti base per gran parte del pomeriggio, poi fino al 1045.

Fonte: http://economia.elpais.com

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia