Archivi del mese maggio, 2012

Banca Europea, che sembra essere l’occasione può essere una trappola

E ‘ovvio: evitare le banche in difficoltà con elevato rating. Le prospettive per il settore bancario è molto complesso ora, con ampie variazioni nei livelli di capitale e di debito (Tabella 1). Questo porta a una discrepanza enorme nella valutazione delle grandi banche europee Come possono gli investitori scoprire se una banca è una grande opportunità o una trappola? A mio parere, gli investitori dovrebbero concentrarsi sulla leva come prima priorità , e poi in perdite su crediti e crediti dubbi. Allo stato attuale, è più probabile che il fallimento di una banca dalla caduta di attività finanziarie per perdite su crediti. In sostanza, una banca con una leva di 40 volte è due volte più sensibile come una banca con una leva di 20, se banking completo è in crisi. Pertanto, in questi tempi in cui rischi a breve termine sono piuttosto un problema, evitare che le banche con leva molto.

Leverage è attualmente in discussione in norme di Basilea III di un massimo di 30 volte. Secondo fattore da analizzare è il collegamento tra il bilancio e di valutazione. Questo è direttamente influenzata dalla qualità dei beni. Si misura dal rapporto tra NPL ai prestiti totali, che ci dà un indizio per le eventuali perdite che interessano i portafogli degli azionisti, si veda la tabella 2. Il corso più normale è che maggiori sono le perdite potenziali, maggiore è il rischio di ridurre i valori di rendimento atteso. Il fotrografía delle sofferenze reali e stimati mostra anche un settore frammentato bancario. Le banche come Unicredit e Lloyds ha registrato una quantità relativa di crediti dubbi nei confronti di tutti i prestiti di quasi 20 volte superiore a quella di altri soggetti quali banche svedese Svenska Handelsbanken e Nordea. Alla luce di questi dati, ci rivolgiamo alla valutazione. Applicando il price / book value al netto rapporto di avere una chiara idea di quanto gli investitori sono disposti a pagare per l’azione di una banca con risultati inferiori. In “normale” da una prospettiva storica, una banca sana opera di sopra del suo rapporto. Al momento, possiamo trovare banche con valore potenziale nella zona che si trova appena sotto 1. Tuttavia, non dovrebbe trascurare le banche che operano appena al di sopra di qualità dal momento che queste entità, come HSBC, sono le banche europee per l’utilizzo con l’esposizione corrispondente. Guardate la figura 1 e il rettangolo rosso che appare al range del dosaggio. La valutazione del rapporto rischio / ricompensa è più propensi a usare l’approccio che ho descritto. Banche nordiche e la banca HSBC evidenziato nella nostra analisi, mentre le due principali banche spagnole, BBVA e Banco Santander sono casi limite. Lo spagnolo non ha rispettato i limiti di crediti in sofferenza, una norma molto ciclici, che indica il ciclo del credito. Tuttavia, come negli articoli precedenti, direi che nel caso della Spagna, il rischio associato con il paese poco attraente. Il lavoro di identità geografica per le banche nordiche, che hanno di dati economici forti che supportano il loro business e, in definitiva, i creditori di grandi dimensioni. Un tasso di insolvenza stimata inferiore al 3% è un controllo di qualità. Si può sostenere un livello alternativo. Tuttavia, dovrebbero essere cauti quando si tratta di investimenti finalizzati alla negoziazione e banche commerciali, in quanto non solo può concentrare tutti i rischi di credito nei loro portafogli di prestito.

I casi di Unicredit e Banco Santander sono un preludio ai crash

“Confusione di confusione ieri tra i portavoce del momento circa i tagli profondi nel magazzino banca. A livello europeo, in Italia Unicredit e spagnolo Santander ha preso una piazza pulita tutte le notizie su linea . Confusione su confusione, perché la maggior parte dei commentatori attribuito il crash di rinnovati timori circa ulteriori riduzioni del rating delle agenzie a cui si aggiunse l’ammissione di nuove parti , più carta, Banco Santander . Il nostro manager, però, non siamo d’accordo. Casi di Unicredit e Banco Santander sono un preludio alle declino continuare, che tutte le organizzazioni hanno bisogno di capitale per espandere in modo aggressivo, come Unicredit ha annunciato, “Considero l’analista capo presso i principali gestori di un fondo spagnoli.

“E non siamo soli a pensare questo. L’idea che Michael Platt è in Europa-fondatore di copertura fund Bluecrest Capital, che gestisce più di 30.000 milioni di dollari, è un chiaro esempio di quello che penso che il “denaro intelligente” sulla crisi del debito. In una recente intervista, il direttore era molto preoccupato per questa situazione e ritiene che le grandi opportunità di investimento verrà dopo “l’esplosione” avverrà in Europa “, aggiunge

“Platt dice: la maggior parte delle banche in Europa sono insolventi e la situazione nella regione è instabile. Il livello di preoccupazione per quanto sta accadendo in Europa è enorme. Se si guarda debito italiano al 120% del PIL e sta crescendo a un tasso reale del 5%, d’altra parte l’ economia dovrebbe scendere italiana il prossimo anno, aritmeticamente il debito sta per esplodere. E non si vede nulla accade a livello politico, che ancora non danno alcuna indicazione per andare a fare qualcosa per cambiare questa situazione “, continua. “Michael Platt ritiene che abbiamo bisogno di più molte delle misure annunciate in precedenza per evitare un’esplosione della forza situazione italiana la rottura della zona euro”, conclude. Uno dei compiti principali del nuovo governo quest’anno sarà l’approfondimento della riforma finanziaria, e in questo senso, De Guindos ha detto che il governo intende richiedere alle banche per un importo di 50.000 milioni di euro in fondi per colmare il vuoto lasciato dagli asset svalutati immobiliari nei loro portafogli. Così il ministro non sostiene la creazione di una “bad bank” per spostare il quale l’onere della deteriorate patrimonio immobiliare. Oggi, le istituzioni finanziarie spagnole hanno disposizioni per il 30% dei propri attivi immobiliari danneggiate, per un valore di 170.000 milioni di euro. Si prevede che la Banca di Spagna, sarà necessaria una nuova elevazione delle disposizioni, in un altro 20%. Tuttavia, se il governo richiede più di 50.000 milioni di euro, la percentuale di provisioning salirebbe al 28%, rendendo più difficile per le banche di raggiungere standard minimi di capitale richiesti dalla Autorità bancaria europea, 9%, che Silvia Aloisi scrive Reuters UniCredit ha lanciato un aumento di capitale pari a 7.500 milioni di euro (9.800 milioni), che mira a rafforzare il suo equilibrio picchiato, ma con uno sconto significativo, causando una diminuzione del prezzo delle loro parti , perché il Gli investitori sono preoccupati per la diluizione dei loro diritti. Le parti della più grande banca d’Italia da attività, come molti altri in Europa a raccogliere fondi per soddisfare i severi requisiti di capitale nuovi, è sceso del 9% dopo aver riportato i dettagli di un problema che viene fornito con uno molto più grande di sconto quella dei loro coetanei.

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia