Archivi del mese novembre, 2012

Il matrimonio gay è costituzionale (2°parte)

Il PP capito nel 2005 che la legge socialista, che ha posto la Spagna in prima linea di una normativa a livello mondiale in questo settore, modificato “concezione secolare, la costituzione e le leggi del matrimonio come unione di un uomo e una donna.” “Sicuramente”, ha osservato il moto costituzionale presentata dal PP, “questo è uno dei più profondi cambiamenti legislativi di significato e l’impatto sulla società spagnola.” I leader popolari che hanno redatto il ricorso considerato il legislatore radice socialista modificato l’idea del matrimonio e quindi “tutta una serie di regole che è iniziato dalla considerazione del matrimonio come unione di uomo e donna.” Il governo socialista aveva introdotto un paragrafo all’articolo 44 del codice civile in cui si afferma che “il matrimonio avrà gli stessi requisiti ed effetti quando entrambe le parti sono dello stesso sesso o diverso.” Il PP ha sostenuto che la nuova legge ha dato il “matrimonio” parola un significato diverso “, che ha sempre avuto.” “Il legislatore sta cambiando due linee di una legge ordinaria non solo gli elementi di base che definiscono un istituto fondamentale nella nostra struttura sociale, ma l’intero set di regole costruite per secoli intorno ad esso. Politica che ha messo il suo colpo di testa anche all’articolo 32 della Costituzione [che recita: “Gli uomini e le donne hanno il diritto di sposarsi con piena parità giuridica”], mettendo in evidenza l’uso di PP. Il popolare ha chiesto che la legge dichiarata incostituzionale considerando che questo violato l’articolo 32 della Costituzione “per non aver rispettato la definizione costituzionale del matrimonio come unione di un uomo e una donna e non rispettando la garanzia istituzionale del matrimonio riconosciuto dalla Costituzione.”

Il legame PP preferito proteggere legalmente le coppie gay senza dare il nome di matrimonio “non genera scontro sociale”. Ma l’unico scontro sociale conosciuto finora, l’unica protesta di massa che è stato per la strada dopo l’adozione della legge da parte del governo socialista, nel 2005 è stato quello di migliaia di cittadini che hanno protestato contro l’uso di PP e Rajoy ha chiesto che ritirarla. L’avvocato dello stato capito, a differenza di quanto il PP ha sostenuto che la Costituzione “non contiene un concetto di matrimonio”, ma “semplicemente riconoscere il diritto degli uomini e delle donne di sposarsi in piena uguaglianza giuridica con la evidente scopo di dedicare la piena parità delle donne nel matrimonio, rompendo con una tradizione secolare. ” Il procuratore di stato interpretato che l’articolo 32 della Costituzione “non vieta il matrimonio omosessuale mixmo, solo che non su di lui.” Alcuni giudici conservatori alla fine del 2005 ha iniziato una campagna contro i problemi che presentano incostituzionali e bloccando legge nei registri di stato civile in cerca di coppie omosessuali di sposarsi. Con otto voti a quattro, la Costituzionale ha rigettato comprendere le questioni sollevate dai giudici il compito di registrazione civile non avevano il potere di mettere in discussione la legge del matrimonio gay.

Il matrimonio gay è costituzionale in Spagna

La legge approvata nel 2005 dal governo socialista di José Luis Rodríguez Zapatero che consente il matrimonio gay è pienamente costituzionale, ha risolto questo pomeriggio la seduta plenaria, convocata per risolvere il ricorso contro questa norma che ha introdotto sette anni fa il PP Mariano Rajoy. La decisione è stata adottata da otto giudici (sette progressista e conservatore, Francisco Perez de los Cobos) contro tre, tutti eletti su proposta del PP, che hanno emesso un dissenso. Così, la maggioranza assoluta del tutto, composta da 11 dei 12 giudici che compongono la Corte Costituzionale ha confermato la regola. Francisco Hernando, eletto su proposta del PP, si è astenuto dall’intervenire a prendere decisioni a questa legge nella sua precedente posizione di presidente del Consiglio Generale del Potere Giudiziario. La sentenza rafforza e scudi uno legge che finora più di 22.000 coppie si sposano. Dodici paesi del mondo hanno riconosciuto questo diritto, la Spagna è stato uno dei primi a riprendere la sua legislazione di base. Molti leader del Partito Popolare ieri hanno espresso la loro soddisfazione nel sapere che la Corte costituzionale ha garantito la legge che consente il matrimonio gay. Solo cinque anni fa, il PP silurato la legge e ha fatto appello per il fatto che rappresenta una chiara violazione della Costituzione.

Il sindaco di Vitoria, Javier Maroto popolare, ha elogiato la frase prima di incontrare: “Finalmente la legge sarà normale e ciò che è normale in strada e anche con tutte le garanzie.” Il PSOE, fautore di una riforma legale che ha permesso il matrimonio gay, ha chiesto ieri il PP di chiedere scusa per “le cose che hai detto nel tuo giorno quando si rivolse al costituzionale”. Il portavoce socialista al Congresso, Soraya Rodríguez Rajoy espressamente gli ha chiesto di scusarsi “per aver presentato e non ha ritirato in sette anni.” Sinistra Unita capito che la sentenza della Costituzionale coinvolgere uno dei rimproveri più importante ricevere il PP: “Questa sentenza dimostra che il ministro non avrà Gallardón facile la sua offensiva antidemocratica contro i diritti e le libertà dei cittadini. Il PP avrebbe potuto prendere che l’azione e hanno salvato l’imbarazzo di dover ascoltare e leggere la frase. ” Molto prima che è stato ministro della Giustizia, Alberto Ruiz-Gallardón era a favore del mantenimento della legge che consente il matrimonio gay se il costituzionale garantito, anche se il PP con una maggioranza ridotta potrebbe cambiare. In realtà è stato uno dei primi sindaci che hanno sposato gay e creduto, e come ministro della Giustizia, che la legge il matrimonio gay era costituzionale. L’attuale primo ministro, Mariano Rajoy, preferendo una legge “, come in Germania, Francia e Regno Unito”, che non consentono il matrimonio gay, che eviterebbe “guai e anche in tutto il mondo avrebbe accettato.” Ora, il governo ha suggerito che non mancherà di tenere la legge così com’è, dopo la garanzia concessa dalla Corte Costituzionale pieno. Il Partito Popolare, attraverso il ministro della Giustizia, Alberto Ruiz-Gallardón, ha lasciato intendere che, pur avendo presentato ricorso sulla base del fatto che la legge è incostituzionale non cambiare adesso, pur avendo la maggioranza assoluta al Congresso di farlo. Il partito al potere in Spagna e accettare una situazione che ha beneficiato molti membri e sostenitori del PP e che ha causato alcuni capi significativi di questa censura politica in pubblico che il suo ricorso di incostituzionalità.

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia