Economie Emergenti. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Economie Emergenti’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Economie Emergenti. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Deutsche Bank Privilegio

Tra le proposte di Deutsche Bank, è bene ricordare il Conto db Privilegio che non comporta nessun canone e tanti vantaggi

Si tratta di un conto corrente pensato per offrire un’ampia gamma di servizi a costo zero.

Per i titolari:

  • di una carta fedeltà MWm Multicard di Media World
  • di un abbonamento annuale personale ATC di Bologna
  • di un abbonamento al Teatro Lirico di Cagliari

Deutsche Bank, come benvenuto, propone un’offerta a condizioni privilegiate ed estremamente vantaggiose.

Le caratteristiche dell’offerta:

  • Operazioni illimitate
  • Rimborso bolli (1)
  • Carta PagoBancomat/Maestro
  • Libretto assegni
  • Internet e Phone Banking
  • Invio estratto conto online
  • Bonifici online

Inoltre, db Privilegio prevede condizioni agevolate per prelievi Bancomat presso altri sportelli e per il deposito titoli.

In più, offre un Pronti Contro Termine (PCT) al 2,20% netto per i primi 6 mesi (2).

Rendimenti lordi:

– Primi 6 mesi: 2,51% (2,20% netto)

– Successivi 18 mesi: Euribor (3) + 0,10%

– 3° e 4° anno: Euribor + 0,15%

– 5° anno: Euribor + 0,40%

Investimento minimo di soli 5.000 euro

Db For Business Deutsche Bank

Per l’attività di professionisti, artigiani, commercianti, piccole e medie imprese, Deutsche Bank ha progettato una gamma di conti correntiaziendali versatili e capaci di rivelarsi all’altezza delle tue esigenze di business.

Conti che, grazie alla soluzione del canone tutto compreso, includono servizi bancari e soluzioni adatte alle singole esigenze in base all’operatività annua e al canale di accesso.

Un’opportunità che, per chi è in affari, si traduce in convenienza, trasparenza e prevedibilità delle spese.

Deutsche Bank dedica a chi opera nel mondo degli affari tre conti correnti:

Mezz’ora per i tuoi risparmi di Ubi Banca

UBI Banca

A partire dal 7 febbraio 2011, Ubi Banca lancia l’operazione a premi Mezz’ora per i tuoi risparmi: il cliente potrà scegliere il premio che preferisce tra quelli proposti. Tutti i premi appartengono a marchi prestigiosi: Alessi, Arobase, Artemide, Bugatti Casa, Euphorie, Missoni Home, Philips, Piquadro, Samsonite,Samsung, Smartbox.

conto-duetto

Come partecipare

1. è necessario portare titoli e risparmi:

  • per chi è già un cliente Ubi Banca è sufficente trasferire i titoli e/o investire in Ubi Banca risparmi depositati presso intermediari esterni suo gruppo;
  • per chi ancora non è cliente è sufficiente investire in Ubi i propri risparmi e/o trasferire nelle Banche del Gruppo UBI Banca i propri titoli.

Si può trasferire tramite bonifico (compresi gli emolumenti) e/o assegno provenienti da intermediari esterni al Gruppo. I risparmi così trasferiti dovranno essere poi investiti in uno o più dei seguenti prodotti:

  • obbligazioni bancarie
  • certificati di deposito
  • quote di fondi comuni di investimento
  • pronti contro termine
  • polizze vita
  • conto deposito
  • titoli azionari e obbligazionari negoziati sui mercati regolamentati

Per stabilire la propria fascia di premio sarà preso in considerazione:

  • l’intero valore apportato tramite bonifico o assegno e investito nei prodotti indicati nel periodo compreso tra il 7 febbraio e il 15 aprile 2011
  • il valore dei trasferimenti diretti di titoli nel periodo compreso tra il 7 febbraio e il 15 maggio 201 al netto di eventuali trasferimenti in uscita(3) investimenti
  • le liquidità di conto corrente effettuati nel periodo compreso tra il 7 febbraio e il 15 aprile e al netto di eventuali trasferimenti(3) diretti in uscita di titoli e prodotti effettuati nel periodo compreso tra il 7 febbraio e il 15 maggio.

Per aver diritto al premio, il controvalore netto apportato così calcolato non deve essere inferiore a 25.000 euro. Con questo calcolo verrà determinata la “fascia di premio” a cui appartiene il cliente ed i premi tra i quali egli stesso potrà scegliere quello che preferisce.

Banca italiana UBI Banca, che cadde in rosso nel quarto trimestre, aumenterà il proprio capitale sociale per un massimo di un miliardo di euro per rafforzare il proprio capitale , ha detto Lunedi notte.

“Il Consiglio di Gestione di UBI Banca ha deciso, in accordo con il Consiglio di Sorveglianza, per l’esame della riunione speciale del gruppo (…) un aumento di capitale fino a € 1000000000 “ha detto UBI Banca communiqué.La in stati ricapitalizzazione delle banche che questo dovrebbe avvenire” entro l’estate se le condizioni di mercato lo consentiranno “e se riceve i permessi necessari.

Questa operazione consentirà a UBI Banca di rafforzare la propria base di capitale. Ritiene che il Core Tier 1 capital ratio sarà 8,01% dopo la ricapitalizzazione contro il 6,95% a fine 2010.La banche hanno anche annunciato una perdita netta di 25,6 milioni di euro nel quarto trimestre contro un utile netto di 82,8 milioni un anno prima.

Per l’intero anno 2010, l’utile netto è diminuito del 36,3% a € 172.100.000. Alla Borsa di Milano, l’annuncio dell’aumento di capitale e la perdita registrata dalla banca ha fatto cadere il suo titolo del 9,09% a 6,25 euro al 7:20 GMT, in un mercato giù dello 0,68%. Bisognerà vedere quale sarà la politica che l’istituto adotterà dopo le operazioni finanziarie  che hanno consentito un utleriore apporto di capitale finanziario che permetterà la continuazione del funzionamento dell’istituto.

Conto di Deposito

Il conto di deposito è un deposito a risparmio libero con il quale la Società emittente, dopo aver acquistato la proprietà delle somme depositate, le custodisce e si impegna a:

  • Corrispondere gli interessi pattuiti e maturati
  • Restituire a richiesta del cliente le somme depositate (deposito libero)

Nessuna imposta di bollo, nessuna spesa di apertura e di chiusura, ma anche di gestione, e rendimenti annui netti superiori a quelli dei Bot, i Buoni Ordinari del Tesoro. Sul mercato bancario italiano esistono parecchi conti remunerati, e molti di questi, se si diventa nuovi clienti, offrono anche un periodo a tasso promozionale in corrispondenza del quale i rendimenti netti ottenibili possono anche essere doppi a quelli dei Bot.

Questo tipo di conto, insomma, può essere equiparato ad una forma di investimento a basso rischio, con la comodità di gestire tutto internet, la libertà di avere soldi sempre disponibili. Va ricordanto, però, che si tratta di un conto con servizi limitati, differente da un conto corrente bancario.

A fronte di un’operatività limitata rispetto ai conti correnti tradizionali, il conto deposito offre in cambio tassi di interesse più elevati. Tutti fattori che uniti alla delusione derivante da investimenti sbagliati, all’instabilità dell’economia di mercato, all’inesistente remunerazione di un conto corrente bancario, rappresentano principali motivi che spingono i consumatori ad orientarsi verso un conto deposito ad alto rendimento.

Questo tipo di conti risponde alle esigenze di una determinata categoria di persone, ovvero:

  • chi ha bisogno di sicurezza, perché come tutti gli altri conti correnti sono garantiti dal Fondo di tutela dei depositi fino a 103 mila euro.
  • chi vuole far fruttare la liquidità, perché hanno rendimenti normalmente superiori a quelli dei Bot che, insieme ai Buoni fruttiferi Postali, sono visti come un rifugio altrettanto rassicurante.
  • chi non vuole nessun vincolo, perché le somme depositate possono essere prelevate in qualsiasi momento, in modo analogo ad un normale conto corrente bancario.
  • chi vuole essere libero, perché tutto è gestibile online, sotto il diretto controllo dell’utente evoluto al passo con i tempi.
  • chi non vuole pagare nessun costo, perché normalmente tutti i conti deposito sono a costo zero (attivazione, gestione, chiusura, bollo)

Nei paesi emergenti trionfa il mobile banking

La banca sul cellulare offre la possibilità di verificare il saldo corrente e gli ultimi movimenti con il nostro cellulare. È un modo rapido e facile per risparmiare tempo – a noi- e denaro alle banche che non devono spendere maggiormente per la costruzione di sportelli in luoghi dove il rendimento e la manutenzione di questi è bassa o negativa. Per il mondo economicamente sviluppato è una questione di risparmio ma per i paesi in via di sviluppo il mobile banking rappresenta la differenza tra “avere una banca” o non averla.

Africa Mobile Banking. Source: www.ugotrade.com

Africa Mobile Banking. Source: www.ugotrade.com

La tecnologia della banca sul cellulare si è adattata a necessità uniche per ogni circostanza. Fortunatamente la banca sul cellulare inizia a formarsi soprattutto nei mercati meno sviluppati dove le banche trovano impedimenti ad aprire sportelli.

Vediamo le caratteristiche di questa tipologia di servizio:

Un aiuto ai poveri

La banca sul cellulare è potenzialmente uno strumento per aiutare le persone povere nei paesi in via di sviluppo economico. Evidentemente nei paesi in via di sviluppo l’accesso della popolazione a servizi bancari “reali” è molto difficile. Per esempio in India il 36% della popolazione non ha un conto corrente dovuto ai bassi stipendi e la mancanza di banche specializzate in mocro-conti. Oggi giorno nei paesi africani meno sviluppati pagare una fattura significa diversi giorni di strada sino all’unica banca fisicamente presente sul territorio. E magari una coda di altri due giorni per effettuare il pagamento.

Incentivo alla crescita Economica

Se la popolazione di una nazione trova difficoltà ad accedere al sistema finanziario i movimenti del loro denaro sono minori e per tanto l’economia nazionale rallenta. Se la partecipazione di un cittadino all’economia è basata soltanto nei movimenti monetari di M0 sicuramente l’economia di quel paese non potrà sviluppare ne’ altri aggregati monetari ne’ i servizi relaitivi a questa attività finanziaria.

Questo è uno dei principali motivi di disfatta del capitalismo in economie in via di sviluppo. Anche se gli abitanti di una nazione come la Tanzania hanno risorse e abilità per sfruttarle quello che manca è il principale motore del capitalismo: il credito

Freno alla corruzione

La corruzione non è il causante della povertà nei mercati emergenti ma è un male endemico di queste nazioni. La banca gestita con i cellulari è un impedimento alla corruzione. Perché? La maggior parte della corruzione in questi paesi annida nel sistema amministrativo gestito “manualmente”. La tecnologia è amica di bilanci trasparenti ed immediati complicando le cose a chi gioca con il sistema “manuale” e promuovendo regolamentazioni e controlli costanti.

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia