Come funziona una banca?. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Come funziona una banca?’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Come funziona una banca?. Puoi navigare con un click su ogni titolo

BancoPosta on line

BancoPosta

BancoPostaOnline è il servizio di BancoPosta per consultare e gestire on line il Conto di Poste Italiane. I servizi informativi sono disponibili dalle ore 6.00 alle 23.30, 7 giorni su 7. Le operazioni online possono essere svolte in orari a volte più limitati a seconda del tipo di operazione.

Queste le principali operazioni gratuite che puoi svolgere con BancoPosta On Line:

  • Lista movimenti conto corrente.
  • Estratto conto mensile online.
  • Elenco operazionii effettuate con la carta di credito.
  • Portafoglio Buoni.
  • Addebito tributi con F24.
  • Ricariche telefoniche.
  • Sottoscrizione e rimborso Buoni Fruttiferi Postali dematerializzati.

Queste le principali operazioni online a pagamento e i relativi costi:

  • Pagamento bollettini con addebito in conto € 1,00.
  • Bonifico area Euro (max € 15.000,00) € 1,00.
  • Rav € 1,23.
  • Vaglia ordinario (max € 2.582,28) € 2,50.
  • Postagiro (max € 15.000,00) € 0,50.
  • Ricarica prepagata PostePay € 1.00.
  • Acquisto biglietto concerti, eventi sportivi, musei ecc. € 0,52.

Concorsi Banca 2011

La sicurezza del posto di lavoro in Banca è un classico sempreverde; partecipare ai concorsi per lavorare in banca è da sempre un desiderio primario degli italiani.

Avere la possibilità di poter partecipare alle selezioni per le assunzioni in banca è al secondo posto dei desideri lavorativi degli italiani. Al primo c’è, ovviamente, il posto statale. Solitamente il lavoro in banca da la stessa sicurezza del posto statale e le ore lavorative sono le medesime (dalle 6 alle 8 ore). Le modalità per entrare a lavorare in banca sono diverse:

  • Borsa di studio/stage
  • Assunzione diretta
  • Concorsi

Le figure maggiormente ricercate sono quelle laureate ad indirizzo economico-politico, come ad esempio i laureati in Economia e Commercio o in Scienze Bancarie. Ottime possibilità anche per i laureati in Scienze Politiche e Giurisprudenza.

Negli ultimi anni, grazie all’avvento di Internet la ricerca di figure professionali si è allargata anche ad altre figure più specifiche del marketing e del web marketing:

  • webmaster per la gestione dei siti bancari
  • programmatori ASP
  • programmatori PHP
  • SEO.

Mediolanum Banca

Banca Mediolanum

Banca Mediolanum S.p.A. è una banca multicanale appartenente al Gruppo Mediolanum che opera attraverso una rete commerciale composta da oltre 5.000 Family Banker e canali tecnologici come:

  • internet (www.bancamediolanum.it)
  • telefono
  • mobile (applicazioni per smartphone e iPhone)
  • teletext (attraverso il televisore)

Questi canali permettono di interagire con la banca in qualsiasi momento e luogo. Si avvale di oltre 18.000 sportelli convenzionati del Gruppo Intesa SanPaolo e di Poste Italiane dove i clienti possono effettuare prelievi e versamenti.

Banca Mediolanum lancia “la banca on line”, offrendo ai suoi clienti, oltre all’operatività dei canali tecnologici e la consulenza, anche servizi di trading.

Il modello di business usato da Banca Mediolanum è stato esportato anche all’estero:

  • in Spagna con Fibanc che, nell’anno 2010, viene rinominata Banco Mediolanum
  • in Germania dal 2001 con Bankhaus August Lenz
  • in Irlanda con Mediolanum International Funds e Mediolanum Asset Management
  • in Lussemburgo con Gamax Management AG.

Banca Mediolanum è controllata da Mediolanum S.p.A., holding del Gruppo, quotata in borsa i cui principali azionisti, sono la famiglia Doris (40,49%) ed il Gruppo Fininvest S.p.A. (35,97%).

Banca di Roma

Unicredit Banca di Roma era un istituto bancario italiano che è recentemente confluito all’interno del gruppo bancario Unicredit.Il nome originario proviene dalla Banca di Roma, nata il 1 agosto 1992 dalla fusione tra il Banco di Santo Spirito, la Cassa di Risparmio di Roma e il Banco di Roma.

Dopo essere stata la principale banca del gruppo Capitalia, Banca di Roma è entrata a far parte del Gruppo Bancario Unicredit, che ne ha cambiato la denominazione in Unicredit Banca di Roma.

In questa banca sono confluiti tutti gli sportelli Unicredit Banca, Bipop Carire e Banco di Sicilia presenti nel Centro e al Sud Italia, con l’eccezione della Sicilia. A sua volta gli sportelli di Unicredit Banca di Roma presenti al Nord sono stati rimarcati come UniCredit Banca, mentre quelli in Sicilia come Banco di Sicilia.

Dal 1°novembre 2010 Unicredit Banca di Roma, così come Unicredit Banca e il Banco di Sicilia, è stato incorporato nella capogruppo Unicredit, dando così luogo al progetto di Banca unica del gruppo.

Banche Popolari Italiane (ICBPI)

ICBPI

L’Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane (ICBPI) è la Capogruppo di un Gruppo Bancario che opera a supporto della crescita e del consolidamento di Banche, Istituzioni Finanziarie e Assicurative, Imprese e Pubblica Amministrazione.

ICBPI, in particolare, è una banca di Sistema specializzata in servizi e sistemi di pagamento (nazionali ed internazionali, SEPA compliant) e nei securities services, offerti secondo un modello di business process outsourcing.

Nei servizi di pagamento, l’Istituto gestisce 1 mld di transazioni annue e attraverso la partnership con EQUENS SE, è il leader europeo con il 15% del mercato e 8,7 mld di transazioni.

Nei servizi di Automated Clearing House (ACH), ICBPI detiene il 45% del mercato domestico (con ICCREA BANCA con cui costituisce un’unica ACH), partecipa all’EACHA (ACH interoperabile a livello Europeo) e fornisce il servizio SCT (Sepa Credit Transfer)  per 33 Aderenti diretti e 428 indiretti. ICBPI gestisce inoltre il pagamento di pensioni INPS in Italia e all’Estero.

Nell’ambito dei servizi del Consorzio CBI, l’Istituto è leader nei servizi di Struttura Tecnica Delegata con oltre 170.000 imprese attive e più di 80 Banche gestite nel ruolo di Gestore Punto di Accesso.

ICBPI è leader in Italia per i servizi e soluzioni di fatturazione elettronica integrata, con Incassi e Pagamenti conta oltre 300 Banche clienti e offre servizi innovativi a supporto dell’import-export delle imprese (Global Trade Services). Insieme a EQUENS SE e ISABEL ha attivato il primo progetto di Fatturazione Elettronica “Cross Border” tra Italia, Germania, Olanda e Belgio ed è presente in “EBA e-invoicing working group”, il gruppo di lavoro di EBA Association sulla fatturazione elettronica europea.

Banca Unicredit

UniCredit

UniCredit S.p.A. è il primo gruppo creditizio europeo ed uno dei maggiori gruppi bancari mondiali, con sede legale a Roma e sede amministrativa ed operativa a Milano.

Si tratta di un gruppo che conta oltre 40 milioni di clienti e opera in 22 paesi. I mercati principali nei quali opera sono l’Italia, l’Austria, la Germania meridionale e l’Europa orientale. La società è quotata presso la Borsa valori di Milano.

Oggi Unicredit, offre una vasta gamma di servizi dedicati ai privati e alle imprese, tra cui Conti Correnti, finanziamenti, investimenti, carte di credito, prestiti, mutui e tanto altro.

Dal 1° novembre 2010, inoltre, attraverso il programma “Insieme per i clienti” è stata effettuata una operazione societaria di fusione di sette società del Gruppo, ovvero UniCredit Banca, UniCredit Banca di Roma, Banco di Sicilia, UniCredit Corporate Banking, UniCredit Private Banking, UniCredit Family Financing Bank, e UniCredit Bancassurance Management & Administration, che sono entrate così a far parte di UniCredit S.p.A.

Cosa è il Core Tier 1?

Il TIER 1 Capital è una percentuale del patrimonio di vigilanza di una banca che assicura la stabilità in momenti di crisi di ogni inermediario bancario. La composizione e caratteristiche di questo ratio sarà ragolato -come dai summit precedenti- internazionalmente da Basilea III, il summit sulla nuova regolamentazione bancaria.

Regolamentazione Bancaria. Source: www.federalreserveeducation.org

Regolamentazione Bancaria. Source: www.federalreserveeducation.org

Esso si compone di:

  1. Utili non distribuiti e Riserve, al netto dell’avviamento;
  2. Azioni ordinarie e di risparmio;
  3. “Preferred Securities (Obbligazioni perpetue richiamabili non prima di 10 anni, il cui pagamento può essere sospeso in presenza di andamenti negativi della gestione e privilegiate solo rispetto alle azioni ordinarie e di risparmio).

Il TIER 1 si scompone in CORE tier 1, il cui ammontare deve essere non inferiore all’85% dell’intero Tier 1, e considera i punti 1 e 2, e l’HYBRID tier 1, che accoglie invece solo le preferred securities, in un ammontare massimo non superiore al 15% dell’intero TIER 1

(wikisoruce)

Che cosa è lo spread bancario?

Il significato basico di spread è margine. Nel caso dello spread bancario questo margine sarebbe tra i tassi d’interesse attivi e quelli passivi. Due concetti dunque tornano di fondamentale importanza: il tasso passivo ed il tasso attivo.

  • Tassi passivi: Sono quelli che pagano gli intermediari finanziari agli offerenti di risorse in cambio del denaro ricevuto (si usa nei depositi e rate fisse).
  • Tassi attivi: Sono quelli che ricevono gli intermediari finanziari dai clienti per i prestiti distribuiti.
Come funziona una banca? Pick: robbino.blogspot.com

Come funziona una banca? Pick: robbino.blogspot.com

Una volta chiaro questo concetto, cioè che le banche ottengono denaro dal tasso attivo –perché i clienti pagano gli interessi dei loro prestiti- e che d’altro canto devono pagare a sua volta tassi a chi gli presta capitale passiamo allo Spread Assoluto e lo Spread Relativo.

Spread Assoluto= Tassi attivi – Tassi Passivi

*Tasso Relativo= (Tassi attivi – Tassi Passivi) x (100/Tassi Passivi)

La matematica conferma che quando i tassi passivi si trovano sotto il 100% lo spread relativo sarà più alto rispetto allo spread assoluto. Invece se i tassi passivi diminuiscono lo spread assoluto diminuisce e quello relativo aumenta. D’altro canto, se i tassi passivi aumentano (ciò vorrebbe dire che esistono maggiori tassi d’interesse) allora lo spread assoluto diminuisce e anche quello relativo, avvicinandosi così i due valori.La formula dello spread relativo* forza una relazione inversa tra la differenza dei tassi d’interesse e lo spread assoluto (tassi attivi-tassi passivi) e il livello dei tassi d’interesse.

Conclusione??

Lo spread bancario non ha un impatto diretto sulla domanda di credito o i livelli di risparmio. Tuttavia, il livello dei tassi d’interesse come costo d’opportunità per mantenere effettivi è fondamentale. Nei paesi emergenti o poveri lo spread e maggiore perché viene percepito come un meccanismo di copertura contro il rischio di non ricevere pagamenti se questi tassi sono alti. Da questo possiamo concludere che le nazioni con uno spread a livelli alti nascondono livelli di rischio più alti.

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia