Saperne di più. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Saperne di più’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Saperne di più. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Un salto per l’Europa della moneta unica (seconda parte)

euro2-300x300

Il trattato internazionale sarà il frutto di una più agile decisione e dovrebbe essere adottato entro marzo. Ma il nuovo quadro non è privo di difficoltà. Il presidente della Commissione europea Jose Manuel Durao Barroso, ha detto Giovedi che “la Commissione lavorerà per assicurare un rapido sviluppo del nuovo trattato per essere completamente compatibile con il diritto comunitario e preservare il ruolo delle istituzioni europee”. In questo senso, il leader dei liberali nel Parlamento, Guy Verhofstadt ha chiesto il rispetto per “il metodo comunitario e del metodo democratico” nella stesura del nuovo trattato, e per fare “la migliore è quella di includere il Parlamento europeo nel processo “. L’euro e gli alleati europei hanno nelle prime ore di Giovedi a Venerdì un salto di qualità per assicurare la sopravvivenza dell’euro. 90-cessione-del-quinto-dello-stipendioL’importanza del passo in avanti presi dai paesi dell’euro è approvato dal sostegno di due istituzioni chiave, la Banca centrale europea (BCE) e Fondo Monetario Internazionale (FMI). Il presidente della BCE, Mario Draghi, ha detto ieri che il accordo “è molto vicino ad un patto di buon fiscale”. “E ‘da sviluppare e poi attuata, ma è un ottimo risultato per l’area dell’euro, molto buono.” Le parole di Draghi aprire la strada ad un maggiore coinvolgimento della BCE nella salvezza dell’euro, anche se ha ribadito ieri che la soluzione alla crisi fiscale è responsabilità dei governi. Dimostrazioni richiesto al vertice, che sono state anche fatte dal suo predecessore Jean-Claude Trichet appena prima di iniziare a comprare obbligazioni di paesi con problemi. Il FMI ha inoltre aderito il sostegno della BCE. FMI amministratore delegato, ex ministro francese Christine Lagarde, ha detto che l’accordo “è un pacchetto che va effettivamente nella giusta direzione.” L’accordo fornisce una rassegna completa del fondo di salvataggio permanente, il meccanismo europeo di stabilità (MEDE) per la sua entrata in vigore nel luglio del 2012, un anno prima del previsto e che le sue decisioni possono essere prese a maggioranza qualificata di 85 % invece del fabbisogno attuale paralizzante dell’unanimità. La potenza di fuoco del MEDE attualmente 500.000 milioni, potrebbe essere aumentato in marzo 2012.

Gli accordi principali tra i 27 paesi membri dell’Unione Europea

I paesi del patto fiscale della moneta unica. Le autorità pubbliche sono tenuti ad avere un bilancio in pareggio o in attivo. Questa norma deve essere registrato nella Costituzione o dalla normativa equivalente (‘gold standard’). Inasprimento delle sanzioni ai paesi che superano il deficit del 3% o 60% del debito.

Coordinamento economico nella zona euro. Stabilire una procedura per garantire che tutte le riforme importanti della politica economica degli Stati per discutere e coordinare il livello della zona euro.

Rafforzamento dei fondi di salvataggio. Il temporaneo Fondo europeo di stabilità finanziaria (EFSF) sarà gestito dalla Banca centrale europea ha approvato una rapida mobilitazione di risorse.

Si prevede l’entrata in vigore del fondo permanente o Meccanismo europeo di stabilità (MEDE) a luglio 2012, un anno prima del previsto. Si snellisce il processo decisionale di questo fondo, che sono a maggioranza qualificata del 85% invece del unanimità corrente.

Fonte: Internacional.elpais.com

Le offerte per i Conti deposito liberi

90-cessione-del-quinto-dello-stipendio

I conti deposito vincolati generano dei rendimenti molto alti, anche se bisogna pure dire che gli italiani prediligono i conti deposito liberi. Adesso, seppure in breve, daremo un’occhiata alle migliori offerte cjhe al momento gli utenti possono reperire sul mercato dei prodotti finanziari. Per quanto concerne i Conti deposito liberi, gli utenti italiani hanno l’esigenza di custodire le proprie risorse finanziarie al fine di conseguire dei profitti che possano crescere e, proprio per questo, i conti deposito possono diventare una valida soluzione per il problema al fine di risparmiare in modo sicuro e, contestualmente, di ottenere degli elevati profitti sulle somme versate a deposito. Le condizioni economiche che vengono proposte dalle banche, soprattutto per quanto concerne di recente, sono in realtà molto alti e per i conti vincolati che tendono ad oltrepassare il 4,5%. Anche per coloro i quali prediligono i depositi liberi, in ogni caso, vi sono delle possibilità molto importanti. Le migliori promozioni che vengono offerte da parte degli istituiti di credito fanno riferimento ai conti deposito vincolati: con tali prodotti finanziari, in realtà, l’istituto di credito stabilisce un lasso di tempo in cui i soldi dovranno stare in giacenza per le risorse finanziarie che vengono depositate (deciso nel momento in cui si apre in conto corrente), in cui il cliente di solito non ha la possibilità di accedere alle risorse finanziarie che sono state depositate sul proprio conto, se non lasciandosi sfuggire i tassi alti che l’istituto bancario propone come controprestazione del vincolo.

Infatti, in favore dei clienti che decidono di aprire un conto deposito vincolato, gli istituti bancari propongono dei tassi di interesse che risultano essere molto favorevoli soltanto nella circostanza in cui il vincolo venga mantenuto dal cliente, nel momento in cui, al contrario, il risparmiatore dovesse decidere di ritirare le proprie risorse finanziarie a deposito in modo anticipato non rispettando la scadenza fissata nel contratto da egli sottoscritto, l’istituto bancario il più delle volte utilizza i tassi normali dei conti deposito liberi, che com’è noto sono meno alti. Con la situazione di crisi economica che sembra attanagliare molte famiglie nel nostro paese, vi è sempre il bisogno all’interno dei nuclei familiari di denaro.

2726_57244et4h50jwxr

Gli istituti bancari hanno, di conseguenza, scelto di venire incontro ai bisogni delle famiglie italiane istituendo dei conti deposito liberi particolari con tassi di interesse attivi più alti.

Ad esempio con il conto deposito Rendimax like i risparmiatori ottengono un tasso di interesse del 4,25% lordo, e l’ opportunità di prelevare la somma (anche in parte) come e quando il cliente desidera, a patto che all’istituto bancario venga dato preavviso con 33 giorni di anticipo.

Un’altra offerta promozionale che vi proponiamo è quella di IBL Banca con ContoSuIBL, il conto deposito libero che riconosce ai risparmiatori la corresponsione di un tasso lordo del 3,55% fino al 30 aprile 2012 se il conto viene attivato dai clienti entro la fine del 2011. Altro prodotto finanziario che vi segnaliamo, in conclusione, è il Deposito di Privatbank, il quale riconosce al risparmiatore la corresponsione di un tasso lordo del 2% per i conti deposito liberi e non vi è nessun termine di scadenza.

Mondo BancoPosta

Mondo BancoPosta è il programma di fedeltà dedicato ai possessori di un conto BancoPosta.

Ogni volta che si usa il contol conto e si acquistano prodotti e servizi BancoPosta si accumulano punti validi che consentono di scegliere uno dei numerosi premi del catalogo Mondo BancoPosta. L’iscrizione è gratuita.

Come accumulare punti: Accumulare punti è facile Basta effettuare operazioni sul proprio conto o acquistare i prodotti finanziari BancoPosta.

Trasferimento punti: Non hai abbastanza punti per richiedere il premio che desideri? Con Mondo BancoPosta puoi ricevere da un amico iscritto al programma tutti i suoi punti o, viceversa, puoi regalargli tutti i tuoi punti.

Banche Popolari Italiane (ICBPI)

ICBPI

L’Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane (ICBPI) è la Capogruppo di un Gruppo Bancario che opera a supporto della crescita e del consolidamento di Banche, Istituzioni Finanziarie e Assicurative, Imprese e Pubblica Amministrazione.

ICBPI, in particolare, è una banca di Sistema specializzata in servizi e sistemi di pagamento (nazionali ed internazionali, SEPA compliant) e nei securities services, offerti secondo un modello di business process outsourcing.

Nei servizi di pagamento, l’Istituto gestisce 1 mld di transazioni annue e attraverso la partnership con EQUENS SE, è il leader europeo con il 15% del mercato e 8,7 mld di transazioni.

Nei servizi di Automated Clearing House (ACH), ICBPI detiene il 45% del mercato domestico (con ICCREA BANCA con cui costituisce un’unica ACH), partecipa all’EACHA (ACH interoperabile a livello Europeo) e fornisce il servizio SCT (Sepa Credit Transfer)  per 33 Aderenti diretti e 428 indiretti. ICBPI gestisce inoltre il pagamento di pensioni INPS in Italia e all’Estero.

Nell’ambito dei servizi del Consorzio CBI, l’Istituto è leader nei servizi di Struttura Tecnica Delegata con oltre 170.000 imprese attive e più di 80 Banche gestite nel ruolo di Gestore Punto di Accesso.

ICBPI è leader in Italia per i servizi e soluzioni di fatturazione elettronica integrata, con Incassi e Pagamenti conta oltre 300 Banche clienti e offre servizi innovativi a supporto dell’import-export delle imprese (Global Trade Services). Insieme a EQUENS SE e ISABEL ha attivato il primo progetto di Fatturazione Elettronica “Cross Border” tra Italia, Germania, Olanda e Belgio ed è presente in “EBA e-invoicing working group”, il gruppo di lavoro di EBA Association sulla fatturazione elettronica europea.

Conto di Deposito

Il conto di deposito è un deposito a risparmio libero con il quale la Società emittente, dopo aver acquistato la proprietà delle somme depositate, le custodisce e si impegna a:

  • Corrispondere gli interessi pattuiti e maturati
  • Restituire a richiesta del cliente le somme depositate (deposito libero)

Nessuna imposta di bollo, nessuna spesa di apertura e di chiusura, ma anche di gestione, e rendimenti annui netti superiori a quelli dei Bot, i Buoni Ordinari del Tesoro. Sul mercato bancario italiano esistono parecchi conti remunerati, e molti di questi, se si diventa nuovi clienti, offrono anche un periodo a tasso promozionale in corrispondenza del quale i rendimenti netti ottenibili possono anche essere doppi a quelli dei Bot.

Questo tipo di conto, insomma, può essere equiparato ad una forma di investimento a basso rischio, con la comodità di gestire tutto internet, la libertà di avere soldi sempre disponibili. Va ricordanto, però, che si tratta di un conto con servizi limitati, differente da un conto corrente bancario.

A fronte di un’operatività limitata rispetto ai conti correnti tradizionali, il conto deposito offre in cambio tassi di interesse più elevati. Tutti fattori che uniti alla delusione derivante da investimenti sbagliati, all’instabilità dell’economia di mercato, all’inesistente remunerazione di un conto corrente bancario, rappresentano principali motivi che spingono i consumatori ad orientarsi verso un conto deposito ad alto rendimento.

Questo tipo di conti risponde alle esigenze di una determinata categoria di persone, ovvero:

  • chi ha bisogno di sicurezza, perché come tutti gli altri conti correnti sono garantiti dal Fondo di tutela dei depositi fino a 103 mila euro.
  • chi vuole far fruttare la liquidità, perché hanno rendimenti normalmente superiori a quelli dei Bot che, insieme ai Buoni fruttiferi Postali, sono visti come un rifugio altrettanto rassicurante.
  • chi non vuole nessun vincolo, perché le somme depositate possono essere prelevate in qualsiasi momento, in modo analogo ad un normale conto corrente bancario.
  • chi vuole essere libero, perché tutto è gestibile online, sotto il diretto controllo dell’utente evoluto al passo con i tempi.
  • chi non vuole pagare nessun costo, perché normalmente tutti i conti deposito sono a costo zero (attivazione, gestione, chiusura, bollo)

Conto Corrente

Il conto corrente è un contratto con il quale la banca svolge un servizio di cassa per il cliente: custodisce i suoi risparmi e gestisce il denaro con una serie di servizi (versamenti, prelievi e pagamenti nei limiti del saldo disponibile). Al conto corrente sono di solito collegati altri servizi quali carta di debito, carta di credito, assegni, bonifici, domiciliazione delle bollette, fido.  Il conto corrente è un prodotto sicuro. Il rischio principale è il rischio di controparte, cioè l’eventualità che la banca non sia in grado di rimborsare al correntista, in tutto o in parte, il saldo disponibile. Per questa ragione la banca aderisce al sistema di garanzia Financial Services Compensation Scheme (FSCS), che assicura a ciascun correntista una copertura fino a 50.000 sterline (circa 57.600 euro, al cambio EUR/GBP di 0,86806 rilevato il 21/05/2010).

Come funziona una banca? Pick: robbino.blogspot.com

Come funziona una banca? Pick: robbino.blogspot.com

Maggiori informazioni sul sistema di garanzia FSCS possono essere consultate sul sito internet www.fscs.org.uk.  Altri rischi possono essere legati allo smarrimento o al furto di assegni, carta di debito, carta di credito, dati identificativi e parole chiave per l’accesso al conto su internet, ma sono anche ridotti al minimo se il correntista osserva le comuni regole di prudenza e attenzione.

Conto corrente banca. Ricordiamo la nuova normativa sulla trasparenza bancaria

Rivediamo il testo pubblicato da Borsa Italiana sulla nuova regolamentazione delle operazioni e dei servizi bancari per una maggiore trasparenza (voluta da Banca d’Italia) che entreranno in vigore il prossimo 26 maggio:

Uno sguardo alla nuova regolamentazione dei conti correnti. Immagine: www.american.com

Uno sguardo alla nuova regolamentazione dei conti correnti. Immagine: www.american.com

Il nuovo conto corrente (testo del sito www.borsaitaliana.it)

Il nuovo conto corrente entrerà il vigore il prossimo 26 maggio. Ecco le principali novità:

·        le banche saranno tenute a indicare l’Isc (indicatore sintetico del costo) del conto corrente nella documentazione di trasparenza (cioè sul foglio informativo disponibile in ogni filiale). Grazie a questo indicatore i clienti  potranno “leggere” il costo annuo, espresso in euro, in un solo numero. Oggi invece devono armarsi di calcolatrice e sommare per ogni proposta sia costi, sia il canone che le spese di consumo variabili, collegate ai servizi utilizzati. Le banche quindi dovranno valutare tutti i conti rispetto ai profili di Bankitalia, in modo da  render chiaramente noto per ciascuno il costo annuo. In questa maniera il cliente avrà la possibilità di una maggiore facilità di gestione e di più trasparenza sui diversi servizi legati alla gestione del suo conto corrente: accredito dello stipendio , carta di credito, mutuo per la casa, la gestione del fido e altro ancora.

·        Indici dei profili di operatività: con le nuove disposizioni i clienti avranno più chiarezza sul tipo di conto corrente da aprire in base al proprio profilo:  Bankitalia ha elaborato una griglia di sette tipi di clienti, distinguendoli per caratteristiche e tipo di operatività (bassa, media, alta) in numero di operazioni per anno.

In particolare: si evidenziano sei profili per chi usa un sistema di tariffazione a pacchetto ovvero a forfait mentre, c’è un solo profilo per i conti correnti a consumo ovvero con una tariffazione ordinaria,  adatti a chi ha una bassa operatività con meno di 112 operazioni l’anno.

Mentre per chi muove di più il conto, i profili sono: giovani (circa 164 operazioni l’anno, elevato uso dei canali alternativi, carta prepagata), famiglie con operatività bassa (201 operazioni l’anno con mutuo e finanziamenti), famiglie con operatività media (228 operazioni, mutuo e carta di credito) e famiglie con operatività elevata (253 operazioni, carta di credito, mutuo e investimenti).

Infine, ci sono anche due fasce di pensionati: una a bassa operatività (124 operazioni), l’altra a media operatività (189 operazioni, carta di credito e investimenti).

Veneto Banca: Conto libero profilo Arancio

Il conto libero con il profilo Arancio di Veneto Banca offre un tasso d’interesse agganciato all’Euribor 3 mesi con divisione trimestrale per importi superiori a 2.500 euro e aumenta con il crescere delle giacenze. Il canone è mensile (9euro) e permette i servizi di estratto conto trimestrale, lo scalare, la domiciliazione delle utenze, l’accredito dello stipendio, la carta di debito e il fido carta Aura. È possibile entrare in borsa direttamente da internet per effettuare investimenti grazie al servizio di trading on line (con commissioni ridotte 
all’1,6 per mille sul profilo Claris Stella).

Logo Veneto Banca. Estratto da: www.venetobanca.it

Logo Veneto Banca. Estratto da: www.venetobanca.it

CARATTERISTICHE DEL CONTO

CONTO LIBERO ARANCIO

Canone mensile

9 Euro

Spese per operazione

comprese

Assegni di c/c

compresi

Estratto conto trimestrale

compreso

Scalare trimestrale

compreso

CARTE (max 2)

– Carta di debito

compresa

– Carta di credito CartaSi

compresa

Carta revolving Aura MasterCard

compresa

Mutui classici

sconto 20% spese di istruttoria

Addebito RID

compreso

Internet banking: commissioni TOL sul profilo Claris Stella

1,6 per mille

Abbonamento riviste Mondadori scontato

compreso

Cos'è l'Euribor 3 mesi?

Euribor è -come noto- l’acronimo di Euro Interbank Offered Rate. In tutti i conti correnti è sempre meglio controllare se i tassi d’interesse sono ancorati o no a questo indice. L’Euribor rappresenta il tasso medio d’interesse con cui 57 tra i principali istituti bancari europei (le cosiddette “banche di riferimento”) effettuano le operazioni interbancarie di scambio di denaro nell’area Euro.

L’Euribor con scadenza a tre mesi è soltanto uno dei tassi d’interesse euribor visto che questo tasso interbancario può essere dotato di durate diverse. Da una a 3 settimane e da uno a 12 mesi. Ultimamente l’Euribor si è attestato un segno meno, con minimi sulla scadenza a tre mesi.

Tassi Euribor aggiornati sempre se fai click qui

Tassi Euribor

Tassi euribor aggiornati: fai click

Euribor segno meno: minimi sulla scadenza a tre mesi

Euribor ai minimi sull’indice a tre mesi. Il tasso a un mese ha registrato – lunedì scorso- una flessione dello 0,5% ed è sceso allo 0,399% ma è il calo dell’Euribor a tre mesi (-0,16%), che si è riportato allo 0,635%, a segnare i valori minimi per questa scadenza. Segno meno anche per il tasso a sei mesi (-0,21%) e per quello a un anno (-0,08%), che si sono attestati rispettivamente allo 0,945% e all’1,213%.

Euribor che cala, case in salvo. Pick: tr.toonpool.com

Euribor che cala, case in salvo. Pick: tr.toonpool.com

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti: