Mercati azionari. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Mercati azionari’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Mercati azionari. Puoi navigare con un click su ogni titolo

I mercati azionari hanno reagito con scetticismo al contratto di greco

Con segni di stanchezza, i mercati azionari hanno reagito con perdite per l’accordo questa mattina ha dato il via libera ad un secondo piano di salvataggio per la Grecia. Con il calore in apertura e scetticismo ha deciso, come la sessione di progredire, gli investitori non si limitano a ritenere che la decisione di accantonare definitivamente andare alla crisi del debito greco. L’Unione europea (UE) e Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha pubblicato 130.000 milioni di euro per dodge Atene, al momento, di default il 20 marzo quando il debito scade helena pari a 14.500 milioni di euro. Nel mercato azionario spagnolo, anche i migliori risultati di asta Buoni del Tesoro è riuscito a incoraggiare gli investitori. Sono stati stanziati 1.736 milioni di euro a tre mesi con un utile marginale del 0,44% (rispetto al 1,33% all’asta precedente di questo termine) e 764 milioni di euro a sei mesi, con interessi al 0,78% (1,9% nella puntata precedente). Demand (14,833,000 di euro) è quasi sei volte l’offerta. Sebbene il Ibex 35 è sceso come 1,4% alla fine della sessione tagliato perdite e chiuso a 8,767.1 punti, con una goccia di 0,58% il giorno. I principali mercati europei, più contenuti rispetto al mercato spagnolo ha chiuso anche inferiore. Londra ha ceduto lo 0,29%, 0,21% Parigi, Francoforte e Milano lo 0,58% 0,08%. Nel mercato spagnolo solo otto valori del Dow 35 sono riusciti a guadagni registrati, guidato da Gamesa (+2,27%), GIORNO (+1,51%) e Reunidas tecniche (0,37%). IAG (-3,16%), Abengoa (-1,72%) e Sabadell (-1,39%) sono state le aziende con cali maggiori. L’inizio delle negoziazioni a New York ha aiutato ascensore cade in Europa. I principali indicatori di progresso l’apertura di Wall Street e il Dow Jones è arrivato a toccare 13.000 punti, un livello che non si vedeva dal maggio 2008. In commercio pomeridiano è stato osservato un aumento del 0,34% a 12,993.47 punti. Lo Standard & Poor è salito 0,39% e il Nasdaq è a 0,30%. I guadagni sono stati mantenuti dopo un piccolo bernoccolo dopo i risultati resi pubblici da Wal-Mart, che ha chiuso il suo ultimo quarto il 31 gennaio. Il più grande rivenditore del mondo ha vinto in quel periodo 5.160 milioni, in calo del 15%, inferiore analisti si aspettavano, con un fatturato di 123.200 milioni di euro, un aumento del 5,9%. Investitori statunitensi ancorare le loro vendite nel successo commerciale che è già stata resa pubblica. La maggior parte delle società incluse nell’area di Standard & Poor 500 ha rivelato le sue cifre per l’anno scorso, con un incremento di profitto del 9,4% a 96,58 dollari per azione, secondo il calcolo fatto da Bloomberg. L’accordo con la Grecia è stata applaudita nei mercati del debito durante le prime ore di negoziazione, con il calo conseguente rischio percepito di obbligazioni sovrane nelle economie più deboli della zona euro. Tuttavia, l’ottimismo era un solido e il premio al rischio sul debito spagnolo, che è sceso al livello più basso 308 punti dopo l’asta, 11 in meno rispetto all’inizio della giornata, poi salito fino a 319 punti, per più In seguito torna a 312. L’italiano era sceso a un minimo di 337 pips dall’apertura 351, e poi risalire a 345. Il portoghese ha avuto un meno volatile e, dopo aver scalato a 1.089 all’aperto, stabilizzato in prossimità di 1.030 punti base per gran parte del pomeriggio, poi fino al 1045.

Fonte: http://economia.elpais.com

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia