Crisi economica. Tutti i nostri post che parlano di: Crisi economica

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Crisi economica. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Le perdite di aiuti al deficit bancario ripresa e debito pubblico (2°parte)

La stessa soccorso ha già chiesto l’Eurogruppo, la banca, si faranno sentire in debito pubblico. Finanza include 30.000 milioni di euro di credito e Frob Bruxelles imminente, che prevede di iniettare più denaro nelle banche nazionalizzate entro la fine dell’anno. Il debito di tutto il governo e chiudere quest’anno al 85% del PIL a oltre il 90% nel 2013. La partecipazione alla banca si riflette anche nella distribuzione di fino a 65.000 milioni di garanzia, garantito dallo, Stato del debito emissioni futuro bad bank.

Montoro anche dedicato molto tempo alla presentazione del bilancio per il 2013 per giustificare il motivo per cui le previsioni economiche del governo al previsto declino economico del 0,5% – sono molto più ottimistiche di quelle della maggior parte degli analisti accreditati. Anche se il governo ha utilizzato come argomento per ritardare fatture fino alla fine di marzo 2012, che attese le previsioni economiche del FMI per il 2013 le stime ovvie organizzazione internazionale, si aspetta un calo del 1,2%. “Il governo è la previsione che l’anno prossimo avremo una attività che rientra molto più agevole. Se vogliamo raggiungere questo obiettivo sarebbe stata la fine della recessione “, ha detto ieri Montoro, ha giustificato il governo ha utilizzato il bilancio per cambiare le condizioni dell’economia. In caso di non rispettare ottimistiche previsioni delle entrate del governo sarebbe stato sopravvalutato e sottovalutato le spese. Con queste previsioni economiche, il governo stima che la spesa consolidata stato, la sicurezza sociale e autonoma importo corpi per € 382.048.000, con un incremento del 5,5% rispetto allo scorso anno. L’unica spesa maggiore è in crescita delle pensioni e interessi. Le spese correnti (7,8%) e gli investimenti (15,6%) ha subito drastici tagli. La sicurezza sociale (128.236, il 95% delle sue risorse andare a pagare le pensioni) mangia quasi la metà del bilancio dello Stato. Prossima spesa pensionistica anni crescerà del 5,2% da parte della popolazione di invecchiamento. Il governo ha anche annunciato che le pensioni aumenteranno dell’1%, ma si rifiuta di confermare se aggiornate dalla CPI. “La legislazione sugli aumenti di pensione sono a posto,” fu tutto quello che disse in Montoro ieri questione lasciando la porta aperta ad un cambiamento di questa regola. L’altro elemento che influisce sui conti pubblici per il prossimo anno è il costo finanziario, che crescono 9.742.000, con un incremento del 33,7%, raggiungendo i 38.660 milioni di euro, il livello più alto almeno negli ultimi 17 anni. Il costo del debito pubblico diventa così la seconda partita dei conti pubblici, alle spalle delle pensioni. Il volume è tale che l’onere degli interessi raggiunge quasi lo stesso di tutti i ministeri di spesa (39.722.000). “Vogliamo ridurre i costi di funzionamento dei ministeri”, Montoro ha detto ieri. Per questo motivo, e per compensare l’aumento alle linee precedenti, il governo ha ridotto le risorse per le amministrazioni, che diminuiscono del 8,9%. I costi del personale, che rappresentano il 11,7% del totale, è cresciuto del 1,2%, nonostante la riduzione del prezzo per il libro paga (3,8%), per la raccolta di fondi per pagare le pensioni dei lavoratori pubblico e che, nonostante il governo congela di nuovo, per il terzo anno consecutivo, gli stipendi dei funzionari.

Le perdite di aiuti al deficit bancario ripresa e debito pubblico

Aiuti bancario e si traducono in rosso nei conti dello Stato. E spingere debito pubblico a livelli mai visti in un secolo . A seguito di rilascio del progetto di bilancio dello Stato per il 2013 al Congresso, il ministro delle Finanze Cristobal Montoro, elaborato questo Sabato a difendere la proposta come una “leva per uscire dalla crisi”. E si sforzava di confutare le critiche utilizzando previsioni eccessivamente ottimistiche. Ma le iniezioni miliardarie bancari impatto secondo il centro della scena. “Darò loro informazioni“, Montoro ha detto ai giornalisti dopo la sua presentazione dettagliata. Che cosa è venuto a dire dopo che non vi è più di un ragionevole dubbio che miliardi iniettata dagli spagnoli a partire dal 2010 per il recupero banche in difficoltà.

Questo, la prospettiva che il denaro dei contribuenti può essere perso, proprio quello che ogni governo nega di avere una riforma finanziaria in tempi di crisi, nel linguaggio della contabilità significa più deficit: in più di 16 660 milioni bilancio addensare saldi negativi nel 2011 e 2012. La spiegazione offerta ministro delle Finanze piccola era la seguente: l’effetto di queste perdite potenziali iniezioni nel settore bancario, il disavanzo pubblico per il 2011, pari al 8,96% del PIL, diventa del 9,44% ( oltre 5.104.000). E si stima che il 2012 si è chiuso con un disavanzo del 7,4%, non del 6,3% come previsto, nel calcolo del valore contabile dei prestiti e investimenti del settore bancario (11.556.000 di più). “Vorrei che non hanno a che fare queste operazioni, ma dobbiamo ripulire il banco di riguadagnare credito”, ha detto Montoro. Molte delle operazioni sono state effettuate con il PSOE precedente mandato del governo, ma le azioni a favore delle banche è stato uno dei pochi settori in cui popolare socialista e concordato. Nonostante la registrazione contabile, Montoro insistito sul fatto che i soldi dei contribuenti non andranno persi. “Si tratta di risorse pubbliche che le istituzioni si impegnano a tornare,” ha detto. Tesoro non ha dato alcun dettaglio di ciò che iniezioni alle banche ora considerato come deficit, le informazioni da fornire all’agenzia statistica Eurostat, che determinano se le regolazioni sono ben fatti a fine mese. Ma lui è preoccupato tutti gli aiuti concessi dal Fondo per la ristrutturazione della Banca Orderly (Frob) in entrambe le riforme socialiste (nel 2010 e nel 2011), per un totale di più di 14.000 milioni di euro. E resta da chiarire domande se sono state registrate alcune perdite sul 2012 come l’avanzamento di 4.500 milioni di BFA-Bankia. Per ora il gingillo azzerato e il valore di 11.000 milioni di euro in prestiti e investimenti azionari in BFA-Bankia, Catalunya Banc e NGC Bank, nazionalizzata le tre istituti di istruzione superiore dell’albero. L’aumento del disavanzo negli scatti bancari lasciato nelle domande d’aria supplementari. Con la regolazione, il saldo di bilancio nel 2012 (-7,4%), superando l’obiettivo concordato con Bruxelles (-6,3%). E la realizzazione di questo obiettivo è l’argomento principale del governo per sostenere che, nel caso in cui ha spinto il governo spagnolo per il salvataggio della finanza dell’Eurogruppo, non imporre ulteriori tagli o aumenti fiscali. “Questo non calcola per la correzione del disavanzo, non avrete ulteriori aggiustamenti”, ha detto Montoro, che era protetto come sono spese che sono contati una sola volta, che è l’anno prossimo la regolazione automatica. Bruxelles, avrà l’ultima parola.

I depositi delle banche spagnole hanno la più alta produzione dal 1997

Quello che era un rivolo di famiglie e imprese ritiro depositi delle banche spagnole negli ultimi mesi è diventato un fiume, in mezzo a crescenti dubbi sul futuro dell’economia e del sistema finanziario. Secondo la Banca centrale europea rilasciato ieri, i depositanti nella categoria altri residenti (compresi tutti i depositanti, tranne lo stato centrale e le banche) nel mese di luglio ha 74.228.000 € di banche spagnole, 4,69 % del totale, lasciando il numero assoluto di tali depositi a 1.508 miliardi. Si tratta del maggior calo dal settembre 1997 (prima della creazione dell’euro) e lascia il totale forniti potranno livelli del 2008. Sia il Ministero delle Finanze e la Banca di Spagna relativizzato l’importanza della caduta, considerando che “stagionale”. Lo scorso anno, il denaro versato dalle banche private è diminuito del 12,07%, l’anno peggiore da quando la dimensione BCV ha cominciato a prendere dati nel settembre 1998. E ‘il quarto mese consecutivo in cui i depositi cadono altri residenti . La valanga ha portato giù la quantità di denaro incassato in spagnolo alle istituzioni finanziarie di € 2336000000, 59.800 milioni di meno di un mese fa. Nonostante il calo nel mese di luglio le banche spagnole avevano nelle loro casse 3,34% nel corso dei depositi stesso mese 2011.

Il settore bancario spagnolo è il terzo più grande della zona euro nella quantità di depositi, dietro tedesco e francese, e italiano leggermente al di sopra. Inoltre, i depositi delle banche stesse sono cresciuti per l’undicesimo mese consecutivo. Entità entrato 17.900 milioni di euro nel mese di luglio e si è concluso il mese con una raccolta pari a 789.700 milioni di euro. Tale importo è pari al 63,6% superiore al 482.700 milioni che le banche avevano nelle loro casse un anno fa. Anche se il dato di luglio è lontano dai 93.700 milioni di soggetti iscritti nel mese di marzo, il costante aumento dei depositi conferma stesse banche hanno continuato gli sforzi per rafforzare i loro bilanci e compensare il deflusso di depositi, cittadini e alle imprese come la settore pubblico. Lo Stato ha anche ridotto i loro depositi fino a 38.500 milioni di euro, il livello più basso da agosto 2011. Secondo un portavoce della Banca di Spagna , le famiglie e le imprese hanno preso solo un terzo dei 74.200 milioni di pensionati, e in gran parte per motivi stagionali. “Nel mese di luglio molte aziende pagano le tasse”, ha detto il portavoce, e “molte famiglie ritirare il denaro che aveva risparmiato per le vacanze”. Anche se nel luglio 2011 i depositi privati si è ridotto di 25.800 milioni di euro (1,48% del totale), questi era cresciuto negli otto mesi precedenti luglio. La Banca di Spagna ritiene che la maggior parte del deflusso di depositi è dovuto alle operazioni da parte delle istituzioni finanziarie e fondi di cartolarizzazione e telecamere controparti. I fondi di cartolarizzazione sono meccanismi creati da istituzioni finanziarie per convertire il debito in denaro. Secondo fonti finanziarie, disse il Efe agenzia, molte di queste istituzioni hanno scelto di non rinnovare i depositi vincolati con scadenza nel mese di luglio. Inoltre, le telecamere sono quegli enti che offrono denaro compensativo per le convalide. Il Segretario di Stato per l’Economia, Fernando Jiménez Latorre, avventurato ieri che la maggior parte dei depositi sono stati investiti in altri prodotti, come ad esempio banconote. La vendita di questi ultimi è cresciuta negli ultimi anni, per aggirare le restrizioni del governo di offrire alti tassi di interesse da parte delle banche. Il calo dei depositi in difficoltà si mette anche il Fondo di garanzia dei depositi (FGD), i risparmiatori materasso in caso di insolvenza ed è finanziato su una percentuale degli importi versati. Il giorno 3 il FGD è stato costretto a fare un esborso di 2.346 milioni di euro. La Banca di Spagna ha chiesto al governo di rimuovere le restrizioni alto interesse depositi.

Banking Standards

Il governo si prepara a soddisfare i requisiti da Bruxelles nel Memorandum (MoU) che stabilisce le condizioni da seguire dopo il sostegno finanziario per la ricapitalizzazione del sistema bancario. Il regio decreto sulla ristrutturazione e risoluzione degli Istituti di Credito, che ieri ha approvato il Gabinetto, è l’esempio più importante. Esso è destinato a prevenire le crisi bancarie del genere da mesi soffrono il nostro paese e stabilisce meccanismi di risoluzione: per avere un protocollo che consente di evitare improvvisazioni e le decisioni affrettate, come quelle adottate nella gestione di questa crisi. In particolare, questo standard definisce le procedure per la liquidazione delle banche e di effettuare l’intervento nella stessa preventivamente (“intervento precoce”), prima ancora che una violazione dei requisiti di solvibilità. Forze dei soci e dei creditori degli enti prendono le loro perdite prima dei contribuenti contributo di risorse. E crea, come previsto dal protocollo d’intesa, la cosiddetta bad bank, che le banche di trasferire le attività in grado di contaminare i bilanci delle banche. Tutto ciò si inserisce quindi le linee guida relative agli interventi che effettivamente ha fatto le autorità comunitarie nel sistema bancario spagnolo in cambio della linea di credito di 100.000 milioni di euro.

Come previsto dal protocollo d’intesa, il governo ha dato i poteri sanzionatori della Banca di Spagna dal Frob, direttamente controllata dal Ministero dell’Economia, le istituzioni saranno equipaggiati con la capacità di svolgere tali decisioni per l’azione da parte delle banche. E la stessa discrezione è ampio. Questo “intervento precoce” può essere determinato basandosi su semplici presunzioni, in quanto o più che in criteri sufficientemente oggettivi o indicatori e pre-specificati. In questo modo entrambe le istituzioni, ma soprattutto la Banca di Spagna, affinare le proprie competenze e, non da ultimo, la sua responsabilità nei confronti del Parlamento. Più alto è il potere discrezionale dell’autorità di vigilanza dovrebbe essere maggiore dedizione nel fornire informazioni complete in merito ai criteri per guidare ogni loro performance. Nessun elemento di piccole dimensioni o non pertinenti termini rimanenti, tra cui la formazione di queste società di gestione del risparmio, banche male. Tipi non ancora definiti dei beni da trasferire, ovvero i criteri per la classificazione delle varie categorie di beni, e per stabilire la sua valutazione, o la possibilità di trasferimenti di attività di enti senza sostegno pubblico, tra gli altri dettagli. Will lo sviluppo normativo di riferimento che il calcestruzzo nelle prossime settimane queste e altre nozioni di base per informazioni sufficientemente pertinenti disponibili sulla composizione e la qualità degli attivi del sistema bancario. Questa è una regola necessaria, che dovrebbe contribuire in modo significativo a ridurre le incertezze che ancora esistono sulla fattibilità di alcune banche e la capacità di tutto il sistema di digerire alcune attività grossolanamente ammortizzati. Come in precedenti tentativi di riforma finanziaria, questo e il precedente governo, la verifica più importante della loro idoneità non è altro che le prestazioni del sistema bancario delle funzioni loro assegnate, ed in particolare, la ripresa dei flussi credito. In assenza di ulteriori stress finanziario o cattiva gestione da parte del governo, la conclusione delle revisioni ancora gruppi bancari in attesa e lo sviluppo della regola appena detto ora essere definitivamente i riferimenti che consentono la normalizzazione della banca.

La troika non lascia la Grecia fino a 11.600 milioni di tagli concordati

I rappresentanti della missione della BCE e CE, Klaus Masuch (i) e Matthias Mors (d), rispettivamente, raggiungere il ministero delle finanze di Atene (Grecia), per un incontro con il ministro delle Finanze greco Yiannis Stournaras. Inizialmente si era previsto che i rappresentanti della troika, la Banca centrale europea (BCE), Fondo Monetario Internazionale (FMI) e la Commissione europea (CE) – ha concluso la sua missione alla fine di luglio e ha restituito un mese dopo per valutare i progressi delle misure necessarie 11.600 milioni di euro per il 2013-2014. Secondo la fonte, gli esperti internazionali, ha detto il ministro delle finanze di Grecia, Yannis Sturnaras che aiuterà il governo a finalizzare il pacchetto che è condizionato al di fuori del gigantesco piano di salvataggio per evitare la bancarotta del paese. Il primo ministro greco Antonis Samaras, si riunirà oggi alle 18,00 ora locale (15.00 GMT), con i leader dei due partner nel suo governo di coalizione, Evangelos Venizelos (PASOK Partito socialdemocratico) e il leader della sinistra moderata Kuvelis Fotis, per discutere di tali misure. La grande sfida del comitato esecutivo è ora sempre più bassa la spesa pubblica senza intaccare il reddito più basso. L’incontro dei tre leader politici era stato originariamente annunciato per le 11.00 ore locali (08.00 GMT) il Lunedì, ma è stata posticipata fino alle 18.00 ora locale (15.00 GMT). Nel frattempo, Venizelos Kuvelis incontrato questa mattina di trovare alternative a qualsiasi riduzione delle pensioni e retribuzioni inferiori. Il governo considera la drastica riduzione degli stipendi dei 68.000 dipendenti di aziende pubbliche, per pareggiare i funzionari statali, qualcosa che si oppone dai sindacati.

Il sindacato dei dipendenti bancari, lavoratori con affiliazione po ‘di banche private, ma molto attivi nelle banche statali, ha proclamato uno sciopero di oggi e per 24 ore. Secondo la stampa greca, Samaras ha 40 giorni di tempo per convincere i rappresentanti dell’Unione europea (UE) e il FMI per dare la loro approvazione al rame fetta Grecia di 31.000 milioni di euro del piano di salvataggio di 130.000 milioni di euro, approvato nel mese di febbraio. L’iniziativa dovrebbe includere ulteriori tagli inizialmente previsti per il 2013 con l’obiettivo di limitare il “buco” di reddito causata da una recessione economica più grave del previsto. Dopo l’adozione delle nuove misure di adeguamento, il primo ministro greco vuole incontrare il Cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande, al fine di convincere un prolungamento del periodo di aggiustamento per la Grecia. Il ministro dell’Economia tedesco Philipp Rösler, ha ribadito ieri che una possibile partenza dalla Grecia l’euro non è più paura e che “ha perso l’orrore” che ha prodotto una tale possibilità. Rösler, in una dichiarazione alla Deutschlandfunk stazione, considerato che in caso di insolvenza greca imminenti, il paese deve decidere se seguire o meno l’euro, ed era convinto che l’euro fuori della Grecia non produrrebbe un effetto domino nella zona euro.

Grecia e l’uscita dall’ Euro

Primo Ministro greco, Antonio Samaras, Cercando di convincere i Suoi partner un prorogare di causa Anni Gli Obiettivi di Bilancio fissati per Dai Suoi Creditori. Coalizioni nella diversità paesi lacrima sul Futuro di Atene, TRA CUI Il Primo Ministro Incontrerà la Prossima Settimana Angela Merkel e François Hollande per cercare di sviluppare il piano di austerità. La quiete Che regna nia Mercati dall’inizio di agosto E Semper Più evidente Agli occhi di ONU uragano. E vero Che i Tassi Italiani a Dieci Anni facilitato 6 Punti di base, al 5,84% dal 1 ° agosto e Quelli di Spagna di 40 Punti al 6,38%. Allo Stesso Modo, la Borsa di Parigi brevemente attraversato 3,500 Punti Seduta di Ieri, il Più alto da Tre mesi, mentre il DAX 30 CHIUDE sopra 7.000 Punti. Ma Tutti Questi, Movimenti Sono volume di alcun eseguiti Senza degli Scambi, sembrano Molto Fragili. In particular sul Fronte politico, la situazione continua a peggiorare. Diversi coalizioni al Potere nia paesi della zona Euro e Ora pubblicamente strappare sul Futuro Grecia inside della moneta unica. Prima Finlandia Paese ultimo rating AAA con outlook stabile.


In un’intervista con Il quotidiano Britannico Daily Telegraph, il Ministro degli Esteri Finlandese Erkki Tuomioja ha Confermato Che il Suo Paese Stava lavorando su “business plan” un per affrontare eventuali focolai della moneta unica. “This E Qualcosa Che i Sostenitori Nessuno in Finlandia (…), ma dobbiamo prepararci”, ha Detto, costringendo il Suo compagno di Affari Europei Alexander Stubb, a contraddirlo dicendo Che la Finlandia has been “commesso al 100% in euro.” Facendo eco a Vienna, il Ministro degli Esteri austriaco Michael Spindelegger ha Detto Che l’Europa avra la possibilita di “espellere i paesi dell’Unione Monetaria Che non mantengono i Loro impegni.” Queste parole, implicitamente Rivolto Grecia, Sono stato contraddette Dal Rettore in persona: “Le conseguenze negative di ONU collasso della zona euro, di gran lunga superiore a qualsiasi Beneficio Che potrebbe prendere qualsiasi paese”, ha Detto Werner Faymann. La Germania in epoca Se La Scena di Lotta Più vivace Tra i Quali Merkel svi Navigare. Uno dei leader del Partito del Cancelliere in parlamento, Michael Fuchs (CDU), ha Detto Che “fuori della Grecia sarebbe gestibile” per l’Esposizione delle Banche tedesche Dalla Germania alla Grecia E circa € 17000000000 Composta quasi interamente del Debito Pubblico. ” This aumento della Pressione do Atene non ê banale. Il Governo greco ha annunciato ONU aumento del Suo Debito al 303,5 Miliardi di euro Nel Secondo Trimestre Contro i 280,3 Miliardi di euro Nel Primo di prova con i Suoi partner e per estendere l’idea di causa Anni Gli Obiettivi di Bilancio that have been fissati Dai Suoi Creditori. Il Primo Ministro, Antonio Samaras, dovrebbe evocare una SUA Volta con Angela Merkel e François Hollande SI Incontra alla multa della Prossima Settimana. Certamente SI incontrano la multa di irricevibilità, Per un tempo Più Lungo Comporta Una Nuova Ristrutturazione del Debito wherein alcuni paesi Tra i Più duro della zona euro non Sono disposti a sottoscrivere. Secondo Il quotidiano greco Ekathimerini, i Dirigenti possono, tuttavia, in ONU Primo Momento SI rifiutano di riconsiderare il regime all’inizio dell’autunno, Quando il Vertice Ue di 8 e 9 ottobre, il Che cade DOPO la Relazione attesa troika sui progres effettuate in Grecia.

I risultati di Pfizer e Chrysler

Per quanto riguarda i valori, la stagione degli annunci dei risultati continua. Pfizer (1,35% a 24.03 dollari) ha annunciato oggi un utile trimestrale superiore alle attese a 3,25 miliardi dollari, o 43 centesimi per azione, nel secondo trimestre, contro 2,61 miliardi , o 33 centesimi per azione, un anno prima. Il fatturato del gruppo farmaceutico è sceso del 9% a 15.06 miliardi di dollari, a causa della concorrenza dei generici. Goodyear (10,32% a 11,44 dollari) ha registrato un aumento dei profitti trimestrali grazie di abbassare i costi, i ricavi sono diminuiti dell’8%. Thomson Reuters (-2,01% a 28.31 dollari) ha registrato un aumento del 3% del suo fatturato ricorrente a valuta costante a $ 3,2 miliardi nel secondo trimestre, in linea con le aspettative analisti.

Gli utili rettificati per azione è stato 54 centesimi contro 51 centesimi un anno prima. In chiusura, sappiamo anche i risultati nel primo trimestre Electronic Arts . Hertz (-2,09% a 11,26 dollari) ha riportato ieri un profitto di sopra delle aspettative e un miglioramento dei margini. L’utile netto è salito a 92,9 milioni di euro, 21 centesimi per azione, contro i 55 milioni, 21 centesimi per azione, un anno prima. Eastman Chemical (2,51% a 52.28 dollari) ha emesso ieri un utile trimestrale superiore alle attese, i costi di alimentazione inferiori compensano la minore domanda di materie plastiche speciali. L’utile netto è sceso a 179 milioni nel secondo trimestre, o 1,26 dollari per azione, contro i 220 milione di dollari (1,51 dollari per azione) di un anno prima. Seagate (-1,35% a 30,02 dollari) ha registrato un utile trimestrale inferiore alle aspettative a causa di problemi di approvvigionamento con un fornitore il cui produttore del disco rigido aveva informato il mercato. Utile si è attestato a 1,01 miliardi per il periodo (2,37 dollari per azione) contro i 119 milioni uno aupapravant anno (28 centesimi). La IPO di Facebook (-6,22% a 21,71 dollari) è nuovo per parlarne oggi. banca svizzera UBS è ora chiede di essere rimborsati delle perdite dovute a problemi tecnici durante l’IPO sul NASDAQ. UBS chiede 349 milioni di franchi svizzeri (poco più di 290 milioni di euro). Google (0,11% a 632.97 dollari) il Martedì ha annunciato l’acquisizione della start-up Wildfire , specializzata nella gestione del marketing sui social network come Twitter e Facebook. Wall Street esita Mercoledì dopo la pubblicazione del sondaggio mensile di ISM attività nel settore manifatturiero, che invia segnali contrastanti per gli investitori. abbastanza tarda mattinata, il Dow Jones ha raggiunto 13,041.6 0,2% a scroccare punti, ma il rendimento 0,1% Nasdaq a 2935.3 punti. Il settore manifatturiero degli Stati Uniti un ulteriore contratto nel mese di luglio, con un indice ISM si attesta a 49,8 contro 49,7 in giugno, che era già il più basso dal luglio 2009. In confronto, gli economisti prevede un aumento a 50,5. ‘Il rapporto tra nuovi ordini su azioni si deteriora notevolmente, il che non fa ben sperare per l’attività nel terzo trimestre anche se questo è un segno incoraggiante per un QE3 ‘, osserva un economista. La Federal Reserve rendere pubblica la propria decisione solo politica monetaria alle 14:15 (Eastern Time). ‘Non ci aspettiamo molto da evento ‘, ha detto un trader. ‘La riunione di domani della BCE ha più incognite. Con le ultime dichiarazioni da Berlino, ci siamo diretti dritto per uno scontro serio tra la Bundesbank e la BCE ‘, aggiunge. Per quanto riguarda i valori, Time Warner è sceso del 0,3% dopo aver visto depositarsi sui risultati del secondo trimestre, a causa della riduzione dei contributi dalla sua divisione trasmissione di Warner Bros. e il suo tempo braccio editoriale. MasterCard cede il 2,5% dopo aver riportato un volume di attività di parete leggermente al di sotto le previsioni di strada per il secondo trimestre. Ford piega allo 0,5% mentre le vendite della casa automobilistica sono diminuite del 4% negli Stati Uniti nel mese di luglio rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno con 173,966 veicoli venduti. Copyright (c) 2012 CercleFinance.com. Tutti i diritti riservati.

Misure di adeguamento aggraverà la recessione in Spagna nel 2012 e nel 2013, dice Fmi

“Le nuove misure di consolidamento fiscale avrà un impatto significativo sulla crescita, soprattutto nel 2013,« l’Fmi ha detto Mercoledì nella relazione finale di cui all’articolo IV dell’economia spagnola, le cui stime per il prossimo anno sono molto più pessimista rispetto alla contrazione del 0,5% previsto dal governo. Il Fondo, che include nei suoi calcoli per la prima volta la regolazione misura di 65.000 milioni di euro approvati dall’esecutivo di questo mese, peggiorando ulteriormente la propria previsione di calo del prodotto interno lordo (PIL) quest’anno di due decimi e raddoppiato per 2013. Il rapporto indica che l’economia spagnola torna alla crescita nel 2014, l’espansione dello 0,9 per cento, che continua fino al 2017, la maggior parte l’orizzonte di previsione del Fondo monetario internazionale, quando si prevede un incremento del 1,7%. Il Fondo riconosce che dopo aver regolato il deficit previsto per il 2012 e il 2013 sarà più in linea con gli obiettivi concordati con l’Europa, ma le misure potrebbero essere necessari ulteriori in futuro, come aumento dell’IVA nuovo “per il 2014 e oltre”, ha detto. Già nella presentazione dei risultati preliminari di questa relazione il mese scorso, il FMI ha chiesto un immediato aumento dell’IVA, riduzione dei salari del settore pubblico e tagliare alcune prestazioni sociali, le raccomandazioni coinciso con la successiva azione adottata dal governo spagnolo. Secondo i dati nuovi del FMI, il deficit salirà dal 8,9% dello scorso anno al 6,3% nel 2012 (come previsto dal governo), a deviare un minimo di due decimi rispetto al 4,5% che si aspettano che le autorità spagnole 2013, al 4,7%. Tuttavia, il Fondo non crede che la Spagna scendere il disavanzo al 3% fino al 2016, nonostante gli impegni assunti a Bruxelles per metterla al 2,8% nel 2014. La relazione osserva che dopo la regolazione della disoccupazione, l’inflazione e ridurre la domanda interna, ma di migliorare il conto corrente e non si fermerà la crescita del debito nel 2015, raggiungendo il 97% del PIL. Il capo della missione del FMI in Spagna, Daniel James, ha detto che il paese ha adottato “politiche molto positivo”, ma è fondamentale che l’attuazione delle riforme viene effettuata “ora”, mentre l’UE dovrebbe “giocare un ruolo proattivo “.

Daniel ha detto che le comunità autonome spagnole devono rispettare i loro obblighi di ridurre il deficit “per mostrare i mercati che tutta la Spagna si è impegnata” a riformare. Il capo del FMI ha detto che la disoccupazione è “inaccettabilmente elevata, soprattutto tra i giovani”, ma ha espresso fiducia nel fatto che la riforma del lavoro approvata dal governo del presidente Mariano Rajoy i risultati attesi, che, tuttavia, “ci vorrà del tempo “. Le proiezioni pubblicate oggi, le previsioni del FMI che il tasso di disoccupazione annuo raggiunge il 24,9 per cento quest’anno e drop per tassi più bassi del 23% fino al 2016. Le riforme dovrebbero consentire “un graduale miglioramento delle condizioni di finanziamento e del mercato del lavoro è migliorata (aiutati dalla riforma del lavoro), l’occupazione, i consumi privati e degli investimenti fissi”, dice il rapporto. “L’outlook è difficile”, dice il Fondo, che dice che “il consolidamento fiscale di grandi dimensioni è inevitabile”, mentre la pressione del premio per il rischio di Spagna ostacola l’accesso ai mercati, e aggiunge ulteriore pressione. Il capo della missione FMI in Spagna non speculare su quanto tempo il paese può sostenere nel pagamento degli interessi elevati per il finanziamento, ma ha ricordato che in casi estremi, la Banca centrale europea (BCE) è fondamentale e “dovrebbe mostrare un ruolo attiva “. “La tensione sui mercati potrebbe essere ulteriormente intensificate, minacciando l’accesso ai mercati, in particolare se le politiche (riforma) non riescono a smettere di deflussi di capitale e peggiora la situazione in altre parti della zona euro,” il Fondo .

L’UE ha avuto un deficit commerciale di 3.800 milioni di euro maggio

Nell’Unione europea, un anno intero prima che il deficit era notevolmente più grande di 14.500 milioni di euro. Per la zona euro, diciassette anni ha avuto un deficit di 1.200 milioni di euro nel maggio 2011. Nel mese di aprile, il deficit delle partite correnti della UE è stato negativo per 12.600 milioni di euro a fronte di un deficit di 17.100 milioni nello stesso mese dello scorso anno. Da parte sua, il saldo dell’euro è stato positivo, con 3.700 milioni nel mese di aprile a fronte di un deficit di 4.500 milioni nello stesso mese del 2011. Nel mese di maggio le esportazioni dell’UE verso il resto del mondo, rettificato per le variazioni stagionali, è salito dal 1,7% del mese precedente, mentre le importazioni sono diminuite 1,7%. Nell’area dell’euro, le esportazioni sono aumentate dello 0,3% in maggio rispetto ad aprile e le importazioni sono calate dello 0,9%. All’interno dell’UE, gli scambi tra la Twenty registrato un saldo positivo di 240 600 milioni di maggio da un anno prima, quando era 245.100 milioni di euro. Nel caso di diciassette spedizioni commerciali è pari a 138.100 milioni nel maggio rispetto all’anno precedente, quando l’avanzo è stato leggermente superiore a 142,600 milioni di euro. Dati Eurostat forniscono anche informazioni dettagliate sul conto corrente della UE tra gennaio e aprile. In particolare, il deficit nel settore dell’energia è aumentato da 125 900 milioni di euro tra gennaio e aprile 2011 a 144.800 milioni nel 2012.

Tuttavia, un maggiore surplus nella produzione di beni, salendo a 103,00 milioni di euro nell’analogo periodo del 2012 da 68.300 milioni di un anno prima. Le esportazioni di 27 ai suoi principali partner commerciali è aumentato tra gennaio e aprile rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ad eccezione della Turchia, che si è ridotto del 5%, e l’India, che è sceso dell’1%. Gli aumenti più notevoli si è verificato nel commercio con la Russia (19%) e Brasile (18%). Nel segmento delle importazioni da parte sua, il quadro è piuttosto eterogenea. I maggiori incrementi sono stati per le importazioni dalla Norvegia (13%), Stati Uniti (8%) e Russia (7%) e dei maggiori cali per quelli di India (10%) e Giappone (8%). Il surplus commerciale con l’UE, gli Stati Uniti è aumentato tra gennaio e aprile di quest’anno a 23.800 milioni di euro, rispetto ai 21.100 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. Al contrario, in calo rispetto alla Svizzera (15.700 milioni di euro a 14.600 milioni) e Turchia (8.400 milioni di euro a 7.700 milioni di euro). Il deficit commerciale dell’UE con la Cina è diminuito (da 50.100 milioni a 44.500 milioni), Russia (36.100 milioni a 35,00 milioni) e Giappone (8.400 milioni di euro rispetto a 4.500 milioni di euro) Non sorprende che il disavanzo è cresciuto con la Norvegia (da 17.000 milioni a 20.600 milioni). Tra gli Stati membri, il surplus commerciale più importante è stata osservata in Germania (59.300 milioni di euro tra gennaio e aprile), seguita dai Paesi Bassi (16.200 milioni) e Irlanda (13.400 milioni). Il Regno Unito ha avuto il maggior disavanzo (51.800 milioni), seguita dalla Francia (29.000 milioni) e Spagna (15.300 milioni).

Il Pil italiano si contrarrà del 2 per cento nel 2012, secondo la Banca d’Italia

Verso il basso La Banca d’Italia e rivede le proprie previsioni in onda a gennaio, quando indicava una contrazione del 1,5 per cento del PIL entro il 2012 e crescita zero per il 2013. Queste nuove disposizioni sono state fatte con l’ipotesi che il premio di rischio italiano (la differenza tra l’interesse offerto dal titolo decennale italiano e tedesco entro la stessa data) viene mantenuta a circa 450 punti base, come avviene attualmente , hanno detto i responsabili di questo organismo. Inoltre, i dati forniti dalla Banca d’Italia sono più pessimistiche di quelle diffuse dal governo lo scorso aprile, quando l’esecutivo italiano aveva stimato una contrazione del PIL del 1,2 per cento per il 2012 e un leggero aumento dello 0,5 per per cento per il 2013. La Banca d’Italia ha spiegato che “la recessione si estenderà alla seconda parte di quest’anno, sebbene ad un contenuto più rispetto ai primi due trimestri del 2012” e ha sottolineato che fornisce una solida ripresa fino al 2014. Questa agenzia ha anche sottolineato che “la velocità di recupero” in Italia dipende “la coesione dimostrata dall’Unione europea (UE) e la normalizzazione dei mercati finanziari”, pur sottolineando l’importanza di come si applica accordi raggiunti dal Consiglio europeo alla fine di giugno.

L’economia spagnola non sta riposando. Né il salvataggio di ripulire il settore finanziario e il piano più consistente aggiustamento della democrazia non sono riusciti a convincere gli investitori, come dimostra la tendenza al rialzo del premio al rischio (560 punti) e la caduta del 2% del Ibex. Come un kicker, una delle poche agenzie finora hanno avuto un atteggiamento positivo, il Fondo monetario internazionale (FMI), rettificato. Prevede che l’economia spagnola torna nel 2013 dello 0,6% contro il 0,1% di crescita minima che aveva prima. Questo crollo è la più grande delle principali economie e di fronte alla crescita stimata per l’UE (1%). L’agenzia ritiene che la Spagna e l’Italia sono le principali minacce per l’economia globale, ed esorta la BCE a comprare il debito. Con il declino dello 0,6% previsto per il prossimo anno, l’economia spagnola avrà l’anno prossimo le peggiori sviluppi in tutto il mondo tra i paesi più importanti. Soltanto l’Italia vi accompagnerà nel territorio negativo, anche se con un mezzo schiena forte (-0,3%). Per questo 2012, il FMI ritiene che l’economia spagnola cadrà questo anno qualcosa meno del previsto, 1,5% invece del 1,8% che era stato detto finora. La sua previsione per quest’anno è, dunque, meglio del calo 1,7% previsto dal governo. Ci sono, però, una sfumatura importante: il Fondo non tiene conto nei loro calcoli l’effetto recessivo delle nuove misure di aggiustamento adottate dal governo di Mariano Rajoy, come l’aumento dell’IVA, la rimozione della retribuzione extra di funzionari e l’investimento ulteriore taglio e della spesa pubblica. Secondo Olivier Blanchard, capo economista del FMI, era stata presa “passi importanti, ma può avere successo solo se finanziati ad un tasso ragionevole.” A questo punto, l’agenzia stima che sia in Spagna che Italia ha pagato un premio di 200 punti base a causa delle sollecitazioni di peso sui mercati del credito.

Trova le migliori offerte bancarie. Informati, leggi, confronta e scegli quella più conveniente.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia